Fatta la xe

Pagina 1 di 25 1, 2, 3 ... 13 ... 25  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Fatta la xe

Messaggio Da Ciacio il Gio Mag 29, 2008 10:40 pm

Ecco semo rivai anche quÓ!

Metto la bandiera, e chi sÓ sÓ !!
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

CAGADO EL TOCO

Messaggio Da Sandro il Ven Mag 30, 2008 1:05 am




CHI SE GA FORBI' SE GA FORBI'
avatar
Sandro
1░ Maresciallo
1░ Maresciallo

Numero di messaggi : 415
EtÓ : 63
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

SITO PER LA TRADUZON DEL LINGUAGGIO DELLE BANDIERE.

Messaggio Da Ospite il Sab Mag 31, 2008 1:06 am

Ciao inanzituto ...a tuti

Sto' sito pol 'iutar a rinfresacr la memoria e sopra tuto se pol inserir la frase e in automatico vien la traduzion simulatanea in marinaresco delle bandiere, in modo che se pol risponderghe a Br1 a tono e in tempo real.

http://www.velaforfun.com/bandiere.asp

PS: Br1 voleva metter per primo el suo segno su sto' 'Canestro' e .....come el primo uomo che xe 'rrivÓ al polo nord el ghe lo gha messo, .......speremo nel posto giusto (leggi sotto, certo che no xe facile saver qual che xe el punto pi¨ giusto per piantar la propria bandiera...sto' altro esplorator Peary xe andÓ 1600 km via dal polo magnetico ...)

Cito: Polo Nord Estremo punto settentrionale dell'asse terrestre (vedi Terra), situato nel Mar Glaciale Artico, in una zona in cui Ŕ ricoperto dalla banchisa. L'esploratore Robert Edwin Peary Ŕ considerato il primo uomo ad aver raggiunto il Polo Nord; la spedizione, composta dallo stesso Peary, dal suo assistente Matthew A. Henson e da quattro inuit, raggiunse la meta nel settembre del 1909. Il Polo Nord Ŕ situato a circa 1600 km dal polo nord magnetico, posto presso l'isola di Bathurst, nel Canada settentrionale

ciao
Peter

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Nozionismo......

Messaggio Da Ciacio il Mar Giu 03, 2008 10:59 pm



No xe cussý!

Primo: questo xe el forum ufficiale dell' Istituto Tecnico Nautico "Tommaso di Savoia Duca di Genova".
Vedo ovvio che el lettor ufficiale del forum gabbi nozioni nautiche, a meno che nol sia un mus.
Quindi inutile dar riferimenti a siti per capir come che funziona le bandiere , el morse o i segnali luminosi.
Non stemo parlando con ragionieri o ancora pezzo geometri. Se chi che leggi no capisý , che vadi : in seminario, all' istituto d'arte, o anche al liceo ( sempre intesi come forum ).

Secondo: Le informazioni , riportade da Pet, xe lofie , becere e depistanti!

El primo che gÓ fatto canestro , nel senso de gaver raggiunto el vero e unico Polo Nord,
el se ciamava :

Olao Nikirka , ingenier finlandese, a bordo del "Taimyr" vascello subacqueo , con un'intercapedine in cellulosa e con propulsion a idrogeno liquefatto ! El Secondo de bordo xe ciamava Orloff, anche lui finlandese, dopo iera un per de cacciatori , uno scozzese e uno islandese con un can.
La bassa forza iera formada de quattro de lori , ma no me ricordo la nazionalitÓ , sicuro iera uno istrian.

Comunque i gÓ raggiunto, l'estremitÓ del 60░ parallelo e i 90░ de latitudine nel luglio del 1864.

QuÓ, carta canta, e tutti i: Lerner , Sverdrup , Peary , Wellman e anche un Duca degli Abruzzi xe solo inutile nozionismo.

In fede Br1


Ultima modifica di Ciacio il Mer Giu 04, 2008 10:29 pm, modificato 1 volta
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

oltre che esser curiosi semo anche precisi....

Messaggio Da Ospite il Mer Giu 04, 2008 1:04 am

Ciao a tutti/e

Alcune piccole precisazioni:

a) le bandiere: per chi che gha piazer de 'profittar el sito logicamente offri dei vantaggi; anzi pol servir per rinfrescarse un pochetin la memoria logicamente anche per quei che xe giÓ stadi aggredidi dal gnocco germanico.

b) el primo che gha fato "canestro" andando al polo nord: la question xe tuttora 'ssai controversa e sicuramente no ghe vegnieremo fora noi dizendo che quel tal xe stado el primo, che quel tal altro xe 'rivado secondo, e cussý via. Che comunque alla fine della fiera tutto se risolvi che de mezo ghe xe fortissimi interesi economici de diritti d'autore, discendenti, case editrici, interessi de indotto etc etc.
Comunque solo per sottolinear che stavo parlando de polo magnetico che come tutti savemo xe diverso dal polo geografico; questo iera el nocciolo dela question.

Speto ulteriori sviluppi su questo tema.
ciao-ciao
VivalÓ Peter

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

volendo i xe quattro..

Messaggio Da Ciacio il Mer Giu 04, 2008 10:23 pm

El Polo Nord xe uno e basta.

El se trova lass¨ in alto, dove se incrosa tutti i meridiani, a latitudine 90░.
Tutte le ciacole sul Polo magnetico, Polo geomagnetico , Polo dell'inaccessibilitÓ xe tutte stregonerie !!!

Visto che su questo semo tutti d'accordo, ve mando una foto fatta qualche giorno fÓ , propio lÓ al Polo Nord.

Se guardŔ ben , se riva a veder le due bricole per l'ormeggio del " Taimyr " . Le se come pena piantade, per via del fredo che le mantien perfette.
Questa xe un'altra prova che Nikirka xe stÓ el primo a rivar fina lÓ.

Br1


avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

anche al polo nord ghe xe le bufale???

Messaggio Da Peter il Gio Giu 05, 2008 1:18 am

Ciao a tutti/e



http://www.arctic.noaa.gov/gallery_np.html

HEHEHE

Bravo Br1
ciao Peter
avatar
Peter
Capo di 2░ Classe
Capo di 2░ Classe

Numero di messaggi : 240
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Certo che si !!!

Messaggio Da Ciacio il Gio Giu 05, 2008 9:53 pm

Certo che ghe xe le bufale al Polo Nord !!!!

Per esser preciso ,come ghe piasi a Pet, ghe ne xe otto. Le se ciama : Dasher , Dancer, Prancer, Vixen, Comet , Cupid , Donder e Blitzen.

Le xe lÓ da un poco de tempo. El paron xe un vecio insempiÓ , un certo Claudio , che una volta fazeva mozzarelle. Per fatalitÓ , el ghe gÓ vend¨ un poche a un Corean che iera quÓ in ferie.

El problema xe saltÓ fora col Corean gÓ finý le ferie e el xe andÓ a lavorar.

El mato iera guardian de missili atomici che in quel paese , i li tien lÓ , cussý , no se sÓ mai .
Un giorno el se gÓ portÓ per pranzo una mozzarella del vecio .
Col la gÓ tirada fora del cestin xe nato un gran bordel : i contatori Geiger xe impazzidi, xe morti tutti i canarini coreani che serviva come rilevatori de gas velenosi , se gÓ imbuný tutti i cessi, insomma un casin.

I capetti coreani gÓ fatto analizar la mozzarella, no s˛ cossa che i pol aver trovÓ, sta de fatto che i gÓ emesso un ordine internazionale per abbatter el vecio e anche tutte otto le bufale.

El vecio Clau , gÓ nasÓ che iera sai ma sai sai longhi, cussý el gÓ deciso de filar.
E dove te pol filar meio che al Polo Nord ?

Adesso el stÓ lass¨ con tutte le otto bestie, solo una volta l'anno el le taca tutte sul carro ,carigo de campanele e dopo el se cala verso Sud , a rubar per i supermercati.
Qualche volta vÓ con lui anche un nano nero.

Spero de esser stÓ abbastanza preciso.

Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Anche una foto

Messaggio Da Ciacio il Gio Giu 05, 2008 10:41 pm


Ve allego anche una foto , fatta dall'alto , del Polo Nord.

El punto che ne interessa xe propio , ma propio nel centro dell'immagine.

Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

stranezze della vita

Messaggio Da Sergio il Gio Giu 05, 2008 11:10 pm

Tutti se interessa a chi che gÓ scoperto el Polo Sud e el polo Nord ma scometto che nissun sa chi che gÓ inveze scoperto el polo est e el polo ovest . Mi lo so perchŔ quel giorno iero presente e gavevo anche altri testimoni autorevoli ( QUALCHEDUN FORSI FREQUENTA ANCHE STO FORUM) che pol confermar la gloriosa scoperta e se volŔ ve conter˛ la storia completa.

ma no ogi che son spacÓ

S
avatar
Sergio
1░ Maresciallo
1░ Maresciallo

Numero di messaggi : 420
Luogo di residenza : TRIESTE
Data d'iscrizione : 18.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

semo un tantin in anticipo, ma qua me par che val tuto

Messaggio Da Ospite il Ven Giu 06, 2008 12:43 am

Innanzi tuto ciao

Ogi xe giornada de (s)fogo.
Gho sentido che ghe iera anche un bisonte n. 9 de nome Rudolph ma siccome iera campo picio noi lo gha fato zogar e i lo gha messo in banchisa a meditar senza merenda NesKuikich, cussi el se gha divorado 4 bestie, quele pi¨ vicine alle damigiane de Cabernet. In sto' modo xe rimaste solo 4 bufale con le protesi de corni de plastica lofia che per sopraviver le se vesti de rene e che con Claudio le gha cominciÓ a meter su spetacoli de caber(n)et a 80 lire all'otavo e a girar el mondo.
Per conmoditÓ el filmin xe quÓ:

http://www.youtube.com/watch?v=WFlc9DiKjzM

Del corean purtropo no so tanto: so solo che el se gha sposado con una sangiacomina de nome Pinuccia con una sesta e che el se gha instalÓ con ela in vaticano picio. Adesso el xe incaz.Ó perchŔ coi lavori in corso per la rotatoria la' de ex Veliak el se lamenta che xe troppo smog e el se ricorda dei bei tempi quando che iera pien de radiazioni....altro che Krsko!!!!!! el me gha telefonado disendome 'cio' gnanca una fuoriuscita de material ....no xe vita sta' quÓ...

El personaggio del nano nero, me gha 'ssai de trans; speto news su de lui.

vivalÓ
Peter


Ciacio ha scritto:Certo che ghe xe le bufale al Polo Nord !!!!

Per esser preciso ,come ghe piasi a Pet, ghe ne xe otto. Le se ciama : Dasher , Dancer, Prancer, Vixen, Comet , Cupid , Donder e Blitzen.

Le xe lÓ da un poco de tempo. El paron xe un vecio insempiÓ , un certo Claudio , che una volta fazeva mozzarelle. Per fatalitÓ , el ghe gÓ vend¨ un poche a un Corean che iera quÓ in ferie.

El problema xe saltÓ fora col Corean gÓ finý le ferie e el xe andÓ a lavorar.

El mato iera guardian de missili atomici che in quel paese , i li tien lÓ , cussý , no se sÓ mai .
Un giorno el se gÓ portÓ per pranzo una mozzarella del vecio .
Col la gÓ tirada fora del cestin xe nato un gran bordel : i contatori Geiger xe impazzidi, xe morti tutti i canarini coreani che serviva come rilevatori de gas velenosi , se gÓ imbuný tutti i cessi, insomma un casin.

I capetti coreani gÓ fatto analizar la mozzarella, no s˛ cossa che i pol aver trovÓ, sta de fatto che i gÓ emesso un ordine internazionale per abbatter el vecio e anche tutte otto le bufale.

El vecio Clau , gÓ nasÓ che iera sai ma sai sai longhi, cussý el gÓ deciso de filar.
E dove te pol filar meio che al Polo Nord ?

Adesso el stÓ lass¨ con tutte le otto bestie, solo una volta l'anno el le taca tutte sul carro ,carigo de campanele e dopo el se cala verso Sud , a rubar per i supermercati.
Qualche volta vÓ con lui anche un nano nero.

Spero de esser stÓ abbastanza preciso.

Br1

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

el nano

Messaggio Da Ciacio il Ven Giu 06, 2008 2:33 pm

Orca, zÓ el xe nano , che el sia anche trans , me par esagerato.

No nol xe trans , per˛ el xe picio, in quanto nano. No s˛ come che el xe ciama, s˛ che Claudio se avvali del suo aiuto per rubar nei supermarket. I vÓ drento de giorno, c˛ xe verto, alla chiusura el nano se scondi fra le bambole (nere) e de note el ghe verzi a Claudio.

Bella notizia quela del Corean , g˛ sentý per radio , che acqua Lete vÓ lÓ in Slo a imbottigliar un poche de fiasche millesimate. I lo fÓ su consiglio del psichiatra della molecola de sodio , i disi che la stÓ ndando fora de testa stando sempre sola, cussý con tutte quelle molecole strane de Krsko la starÓ in compagnia.
Che dopo ghe fazzi ben , staremo veder.

Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Qualche ragguaglio

Messaggio Da Ciacio il Ven Giu 06, 2008 8:38 pm

Leggendo el giornal " Il Popolo del Polo ", g˛ trovÓ ulteriori notizie sul Polo Nord.

Le bufale xe sempre otto. Le quattro che no vÓ in turnee, le xe lass¨, a casa , in maternitÓ.
Infatti el bisonte Rudolph no le gÓ 'magnade' ma 'montade' (probabile xe stÓ un error de Babilon nel tradur dal nordpolese)
El bisonte ,quela sera gaveva esagerÓ col vin , cussý ghe se vign¨ fora la bala libidinosa.
St˛ sempio el gÓ visto tutte stŔ armente e nol gÓ ragionÓ pi¨, dimenticandose che el dotor lo gaveva zÓ avisÓ de grossi problemi alla prostata. Cussý daghe e daghe ,la prostata xe ndada per le sue , lui gÓ tolleranza zero per i farmaci e i gÓ dov¨ operarlo.
Adesso el xe ricoverÓ in una casa de riabilitazion in via Giuliani, propio vizin de d˛ che stÓ el corean colla tettona.

Per el nano , la situazion xe pi¨ pesante.
Pulioti, paesani del bisonte, i lo gÓ guantÓ al'amo.
I lo gÓ vestý con una tuta arancion con tante cadenele sule manighe e intorno le braghe. Dopo i ghe gÓ anche tacÓ d˛ fili de corrente, cussý coi struca el boton , i vedi dove che el xe ( in quanto nano e nero , de note noi lo trovava ).
Pareria per˛ , che la preson d˛ che i lo gÓ messo, la sia drio a serar, per problemi de immagine.
Allora i li trasferisi tutti , sia el nano che i altri su navi de guera , sempre de paesani.
Pel nano per˛ cambierÓ poco, solo la corrente che inveze de alternata , sarÓ continua.

Alla prossima Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Polo's News

Messaggio Da Ciacio il Mar Giu 10, 2008 11:40 pm

Lass¨ , al polo i gÓ tanti giornai, uno de questi se ciama El Sfoglio (penso da sfoia , con o senza ).
El direttor xe un bravo omo , magari un poco sgionfo, se pol dir una persona in ordine , a parte i corni.

Sol Sfoglio i pubblica una notizia abbastanza allarmante.
Tutti , ormai savemo delle otto bufale, de Claudio e anche del bisonte Rudolph.

La novitÓ xe che una delle bufale gravide xe scampada de casa !
Naturalmente la xe andada verso Sud , per la strada la gÓ trovÓ un amico , de nome Tojo che gaveva anche un casin de parenti.
La bufala , che se ciama Donder , la se gÓ sfogÓ con st˛ amico.
La ghe gÓ contÓ tutta la storia del bisonte imbriago , de quel che el gÓ fatto con le altre armente e anche che el gÓ ingravidÓ quattro bufale.

Tojo, tra i tanti parenti gÓ anche un cugin, Zarko, che scrivi sui giornai, allora el xe andÓ de lui , contandoghe tutta la storia.

Zarko, che gÓ nasÓ la notizia bona, el scrivi un articolo sul giornal , fazendo nomi e cognomi.
( zÓ savemo che Claudio col bisonte xe grandi amici)

Quando che xe rivÓ el giornal in edicola e Claudio lo gÓ letto , xe nato un vero terremoto.

El vecio Claudio xe andÓ de Donder e per punizion , el ghe gÓ cusý l'orifizio predisposto all'espulsione del buffalino , disendoghe , alla povera Donder , che la poderÓ partorir solo dopo cinque anni.

Dopo , sempre assai incazzÓ , el vecio xe andÓ de Tojo.
C˛ lo gÓ trovÓ , el ghe gÓ rotto tutti i ossi , cussý el povero Tojo doverÓ star in gesso per almeno zinque anni.

Alla fine, el vecio Claudio, xe andÓ de Zarko , che per˛ nol iera. Allora Claudio ghe gÓ dÓ fogo alla casa, e cussý Zarko doverÓ star sotto i ponti per due anni.

La morale ?? Non s˛ , ......non la vedo .....per˛ xe cussý !!

Auguri Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fatta la xe

Messaggio Da Sergio il Mer Giu 11, 2008 10:19 pm


Una mattina, al Polo Nord, l'orso bianco fiut˛ nell'aria un odore insolito e lo fece notare all'orsa maggiore (la minore era sua figlia):
- Che sia arrivata qualche spedizione?
Furono invece gli orsacchiotti a trovare la viola. Era una piccola violetta mammola e tremava di freddo, ma continuava coraggiosamente a profumare l'aria, perchÚ quello era il suo dovere.
- Mamma, papÓ, - gridarono gli orsacchiotti.
- Io l'avevo detto subito che c'era qualcosa di strano, - fece osservare per prima cosa l'orso bianco alla famiglia. - E secondo me non Ŕ un pesce.
- No di sicuro, - disse l'orsa maggiore, - ma non Ŕ nemmeno un uccello.
- Hai ragione anche tu, - disse l'orso, dopo averci pensato su un bel pezzo.

Prima di sera si sparse per tutto il Polo la notizia: un piccolo, strano essere profumato, di colore violetto, era apparso nel deserto di ghiaccio, si reggeva su una sola zampa e non si muoveva. A vedere la viola vennero foche e trichechi, vennero dalla Siberia le renne, dall'America i buoi muschiati, e pi¨ di lontano ancora volpi bianche, lupi e gazze marine. Tutti ammiravano il fiore sconosciuto, il suo stelo tremante, tutti aspiravano il suo profumo, ma ne restava sempre abbastanza per quelli che arrivavano ultimi ad annusare, ne restava sempre come prima.
- Per mandare tanto profumo, - disse una foca, - deve avere una riserva sotto il ghiaccio.
- Io l'avevo detto subito, - esclam˛ l'orso bianco, - che c'era sotto qualcosa.
Non aveva detto proprio cosý, ma nessuno se ne ricordava.
Un gabbiano, spedito al Sud per raccogliere informazioni, torn˛ con la notizia che il piccolo essere profumato si chiamava viola e che in certi paesi, laggi¨, ce n'erano milioni.
- Ne sappiamo quanto prima, - osserv˛ la foca. - Com'Ŕ che proprio questa viola Ŕ arrivata proprio qui? Vi dir˛ tutto il mio pensiero: mi sento alquanto perplessa.
- Come ha detto che si sente? - domand˛ l'orso bianco a sua moglie.
- Perplessa. CioŔ, non sa che pesci pigliare.
- Ecco, - esclam˛ l'orso bianco, - proprio quello che penso anch'io.
Quella notte corse per tutto il Polo un pauroso scricchiolio. I ghiacci eterni tremavano come vetri e in pi¨ punti si spaccarono. La violetta mand˛ un profumo pi¨ intenso, come se avesse deciso di sciogliere in una sola volta l'immenso deserto gelato, per trasformarlo in un mare azzurro e caldo, o in un prato di velluto verde. Lo sforzo la esaurý. All'alba fu vista appassire, piegarsi sullo stelo, perdere il colore e la vita.
Tradotto nelle nostre parole e nella nostra lingua il suo ultimo pensiero dev'essere stato pressapoco questo:
- Ecco, io muoio... Ma bisognava pure che qualcuno cominciasse... Un giorno le viole giungeranno qui a milioni. I ghiacci si scioglieranno, e qui ci saranno isole, case e bambini.

s
avatar
Sergio
1░ Maresciallo
1░ Maresciallo

Numero di messaggi : 420
Luogo di residenza : TRIESTE
Data d'iscrizione : 18.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

dilemma

Messaggio Da fabio de grandis il Gio Giu 12, 2008 6:54 am

e adesso si che me vien una bela domanda... xe meio esser la prima... o la seconda... de le viole... ma... forsi basta esser una viola e quel che nasi nasi!!!

Bela storia!!! proprio una bela storia!!!

Cicio
avatar
fabio de grandis
1░ Maresciallo Luogotenente
1░ Maresciallo Luogotenente

Numero di messaggi : 588
EtÓ : 61
Luogo di residenza : bacau romania
Data d'iscrizione : 08.04.08

Vedi il profilo dell'utente http://www.cameradecomertbacau.ro

Tornare in alto Andare in basso

Ma allora...

Messaggio Da Ciacio il Gio Giu 12, 2008 2:28 pm

Le viole??

Allora l'effetto serra , i busi nell'ozono , el protocollo de Kyoto , tutti stý allarmismi xe solo bufale !!

Basta un poco de diserbante e salvemo tutto.
O forsi no g˛ capý ?

Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

viola

Messaggio Da Sergio il Gio Giu 12, 2008 10:13 pm

La storia della viola iera una metafora ( cioŔ metÓ fora e metÓ dentro infatti la xe spuntada dal iazzo) del fatto che xe sempre uno che comincia anche dove nissun altro xe mai andado.
PerchŔ dopo le favole ed i miti tipo babbo bastardo, elfi,troll,nani bagonghi,tute rosse e tute bianche e tuti mona riva sempre l'omo con la sua natura temeraria e la sua curiositÓ infinita che nella vita no esisti sogno troppo grande.
ss
avatar
Sergio
1░ Maresciallo
1░ Maresciallo

Numero di messaggi : 420
Luogo di residenza : TRIESTE
Data d'iscrizione : 18.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Viole

Messaggio Da Ciacio il Gio Giu 12, 2008 10:42 pm

Certo che, trenta anni fÓ la gavessi capida subito , almeno credo.

Le metafore , no s˛ ben cossa che sia , immagino voler di una roba , disendo un'altra.

E ti, un amico , perchŔ te incasini la mia zÓ labile mente? No basta el gnocco?

E p˛ chi xe l'orso? (la storia xe bella)

Adesso vado a far un poca de cronaca de oggi.

Ciao Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Giovedý ( prima parte)

Messaggio Da Ciacio il Gio Giu 12, 2008 11:08 pm

Come tutti sÓ , giovedý xe giorno de mercato a NordMuja.

El vecio Claudio, vien sempre z˛ a vender stanghe de jazzo.

Oggi , el gÓ tacÓ al carro le quattro bufale valide e dopo el xe partý.

Per strada lo ferma tre pulioti, xe facile per lui capir che i xe pulioti , anche perchŔ i xe vestidi tutti de nero e sulle braghe i gÓ una strica rossa.

St˛ tipo de divisa el xe stÓ studiÓ per poderli distinguer meio , in mezzo al bianco della neve del Polo Nord.

Lui se ferma , el ghe dÓ el pass , l'assicurazion e anche i certificati veterinari.

I tre pulioti controlla tutto e alla fine , i ghe fÓ una multa de 10.000 euri , perchŔ nol gÓ lustrÓ i corni delle bufale (D.P.R.3476554 del 6-10-1974).

El vecio contesta, disendo che i corni xe super lustri , ma no xe niente de far , bisogna che el paghi la multa.

PodŔ immaginarve come che stava Clau in quel momento !!

Per fortuna , al terzo pulioto ghe vien un' idea !

-" Scolta , sior Claudio , esisti anche la legge del Tre , podemo far cussý : ti te paghi subito , in man , tremila euri e noi no scrivemo la multa , cussý ti te pol andar per le tue e noi semo contenti lo stesso, tutti tre!

Br1--- segue


Ultima modifica di Ciacio il Ven Giu 13, 2008 12:26 am, modificato 1 volta
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Giovedý (seconda parte)

Messaggio Da Ciacio il Ven Giu 13, 2008 12:25 am

Ci˛ , el vecio pensa un momento , el fÓ un d˛ conti : " In scarsela g˛ tremilaseicento euri, zento vÓ per el magnar , mi e le bestie , dozento per la mula de NordPunta Sottile , quela che vÓ in giro sentada sulla scova e che sul divano la xe pezzo de un tsunami , zento per pagar el posto al mercato , me resta dozento per tornar indrio. Visto che tremila xe meno de diesemila , me convien scoltar el pulioto !

Allora Claudio ghe dÓ i tremila euri e via!

Col riva a NordMuja , el trova la mula della scova , che la stava a spetarlo :

" Claudio finalmentete te son rivÓ ! Orca ma che corni lustri che gÓ le tue bufale !

Claudio - "Ma te parli sul serio o te me ciol in giro ?"

Mula-scova - " Ma come in giro , guardite torno , tutte le altre li gÓ sporchi e opachi ! Le tue bufale gÓ i pi¨ bei corni de tutta la piazza !

El vecio , gira per tutta la piazza , el controlla tutti i corni e alla fine el capissi che le sue bufale no meritava de ciapar la multa .

A st˛ punto ghe monta el futter . El vÓ in caserma dei pulioti de NordMuja , ghe ciapa un attimo de panico col vedi che anche lori gÓ le striche rosse sulle braghe , per˛ el xe cussý incazzÓ che el vÓ dritto del capo, anche lui con le striche rosse sulle braghe e a lui el ghe conta della legge del Tre.

El Capo casca dalle nuvole: " Mai sentida stÓ legge, bisogna controllar "


Br1 (segue)


Ultima modifica di Ciacio il Ven Giu 13, 2008 1:03 am, modificato 1 volta
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Giovedý (terza parte)

Messaggio Da Ciacio il Ven Giu 13, 2008 12:42 am

I parti tutti insieme , sulla strada per el Polo Nord , Claudio col carro , el Capo e quattro puliotti de NordMuja.

Dopo un poco, i trova quei tre che ghe gaveva fermÓ el vecio.

I stava fazendoghe la multa a un Eskimo che stava andando a vender ghiaccioli all'anice a NordMuja.

La causale ,iera che i cani che zuccava la slitta , i gaveva el cul sporco , almeno tre lo gaveva bastanza sporco , e anche a lui , i ghe stava proponendo la legge del Tre.

Grande sdegno e rammarico da parte del capo de NordMuja. Decisa all'istante una punizion esemplare!

Trasferimento immediato a Cape Vetere , taio netto de un giorno de ferie e rimando del scatto de anzianitÓ per un mese.

Cussý Claudio , no gÓ recuperÓ i tremila euri , ma el pol dir che giustizia xe fatta.

Fine.

(Mandada in tre volte a causa de altri impegni sulla lanterna , me scuso) Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La Rosa dei Venti - parte prima

Messaggio Da Ciacio il Dom Giu 15, 2008 1:35 pm

Sin da quando il Mondo aveva ancor vivi Adamo ed Eva
era in voga in tutti quanti , un riparo lý davanti
ma nessun pens˛, che strano, di coprirsi il deretano.

E cosý dall'orifizio, per bisogno oppur per sfizio,
calda arietta, pria repressa, variamente f¨ trasmessa
con sussurro un p˛ confuso o con colpo d'archibuso.

In antico i vari suoni non urtavano i calzoni
nŔ gli strappi repentini, capricciosi o pizzichini
nŔ le lofie pi¨ discrete conturbavan la quiete.

La melodica emissione, per anal stimolazione
e anche il peto tracotante dal fragore dilaniante
ebbe grande rinomanza e innegabile fragranza.

Tanto grato f¨ l'odore di quel vento propulsore
che l'usanza f¨ apprezzata e dai posteri addottata
con piacere sovraumano sia del retto che dell'ano.

Fin da quando i Sodomiti d'ogni musica periti
per eccesso di misura s'otturav l'apertura
la scoreggia di gran gloria s'Ŕ coperta nella Storia.

Con sconquasso intestinale e tremor universale
dall'Olimpo i sacri Numi giÓ devivan tanti fiumi
e asciugavano i pantani col soffion dei deretani.

Un bel peto giornaliero intonava il vate Omero
scoreggiava il Re di Troia fin che un dý tir˛ le cuoia
e pungenti come spille le faceva il prode Achille.

Di scoregge astute Ulisse , tutti quanti in guerra afflisse
si sÓ pur che dal cavallo fuoriusciva un vento giallo
e Penelope da sola ingialliva le lenzuola.

Agamennone all'attacco le faceva a squarciasacco
sibilanti e a vasto raggio eran quelle di ogni ostaggio
e Cassandra, profetessa , le tirava come ossessa.

Ci ha Platone riferito che di Socrate erudito,
poi che bevve la spremuta d'amarissima cicuta,
trafiggente come scheggia parve l'ultima scoreggia.

I coltissimi Ateniesi ,se da coliche eran presi
dilatavan lo sfintere emettendo dal sedere
filosofiche ventate molto acute e ponderate.

Gli Spartani da Licurgo impararono lo spurgo
dei pi¨ fetidi elementi che producono fermenti
e di drastiche zaffate saturavan le adunate.

Ma fondata che f¨ Roma ogni Greco cadde in coma
poichŔ in lega con gli Etruschi, i Romani a peti bruschi
e col gas delle fanfare , cominciaron a imperare

(Segue)
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Rosa dei Venti (parte seconda)

Messaggio Da Ciacio il Dom Giu 15, 2008 3:00 pm

Tutti i popoli asfissiati furon presto soggiogati
e il Senato, tra gli allori, diede ordine ai Pretori
di dettare ovunque legge con l'ausilio di scoregge.

Venne poi alzato un tempio e chi diede il primo esempio?
proprio Romolo in persona s'era messo la corona
sopprimendo il fratellino con il gas dell'intestino.

Ogni nobile patrizio scoreggiava con giudizio
il fragor di Coriolano si sentiva da lontano
e con schiaffo sulla trippa scoreggiava pure Agrippa.

Si suol dir che Cincinnato scoreggiasse in mezzo al prato
e che Manlio in Campidoglio le lisciasse come l'olio
rispondendo alle non poche spernacchiate delle oche.

Muzio Scevola a Porsenna fece un peto come strenna
mentre peti da bisonte fece Coclite sul ponte
e arditissimi petini fece Clelia tra i chiusini.

Rivolgendosi agli Dei scoreggiavano i plebei
ma alle feste d'Imeneo il triumviro Pompeo
e ancor pi¨ il gran Lucullo scoreggiavan per trastullo.

Ciceron per ore intere chiaccherava col sedere
e sul far della mattina scoreggiava Catilina
dedicando all'Arpinate insolenti serenate.

Scoreggiava come il tuono fin Cleopatra dal suo trono
mentre Cesare , suo drudo, le mollava solo nudo
ed Antonio ,grande e grosso , le sparava a pi¨ non posso.

Scoreggiava l'Urbe intera dal mattin fino la sera
Scoreggiava in grande stile anche il sesso femminile
e Cornelia coi gioielli ne faceva dei fardelli.

Flatulava senza posa Messalina silenziosa
imitata da Agrippina che facevale in sordina
e coi peti le Vestali ci spegnevano i fanali.

Le Barbariche calate da scoregge accompagnate
provocaron nei Romani astringenti blocchi agli ani
tale e tanta ristrettezza che il fragor si muta in brezza.

Di scoregge Goti e Franchi non sembravano mai stanchi
pur sconfitti i Longobardi scoreggiavano testardi
mentre gli Arabi ad oltranza si sfiatavano la panza.

A Ravenna i Bizantini grandi esperti levantini
di scoregge e di cavilli inventarono i fusilli
scoreggiando invece a Reggio inventarono il solfeggio.

Venne tosto l'Evo Medio e, per romper un p˛ di tedio
scoreggiavano i Signori in risposta ai valvassori
e sganciava Bonifazio ricchi peti e tanto strazio.

Scoreggiavano a Firenze per poetiche esigenze
scoreggiava assai felice la dolcissima Beatrice
ed il sommo padre Dante le annusava tutte quante.

Come l'acqua , chiare e fresche eran quelle petrarcheshe
meritevoli d'alloro e dei lunghi capel d'oro
d'una Laura sorridente che petava nel torrente.

(Segue)
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Rosa dei Venti (terza parte)

Messaggio Da Ciacio il Dom Giu 15, 2008 4:18 pm

Le scorregge del Boccaccio ti lasciavano di ghiaccio
tra le suore dei conventi scoreggiava ai quattro venti
e ogni monaca lasciva rispondeva assai giuliva.

Belle grasse come il lardo le facea Matteo Boiardo.
Armeggiando ma composto le faceva solo Ariosto
sempre in mezzo a cavalieri ben pi¨arditi trombettieri.

Scoreggiava Macchiavelli sradicando gli alberelli
ma ,finito lo spuntino presso il prence Valentino
fece solo poche scorie che divennero le Istorie.

Lo splendore d'ogni corte diede al peto nuova sorte
di petare i mecenati si sentivan onorati
tra gli artisti i pi¨ famosi dagli addomi assai ventosi.

Inneggianti Arianna e Bacco di scoregge pi¨ di un sacco
il Magnifico ne fece ; e vischiose come pece
le sparava Ludovico comprimendo l'ombellico.

Proprio al suon di quel tamburo e per tela usando un muro
del cenacolo lombardo, il grandissimo Leonardo
di scoregge sempre in vena affresc˛ l'Ultima Cena.

Puro gas esilarante seppe emettere il Bramante
il gran re degli architetti per dar lustro a quei banchetti
mentre a colpi di pennello le faceva Raffaello.

Tra le quinte anche Goldoni dava sfogo a gran soffioni
Frizzantine ,dopo i pasti le faceva Alfieri d'Asti
ma sprezzanti , ad intervalli le scagliava contro i Galli.

Lungo il giorno, poi, Parini educava i Signorini
con precetti inconsueti a eleganti ,caldi peti
dall'olezzo di letame eccitante per le dame.

Sopra un ramo del suo lago dei romanzi un vero mago
detto al secolo Manzoni si scollava i pantaloni
dopo avere ventilato su un amore contrastato

Tutto ardore veneziano parea il peto foscoliano
ma pur tese a egregie cose senza il gas delle gazzose
le scoregge del buon Ugo eran fumo e niente sugo.

Pessimiste, a m˛ di dardi le mollava il Leopardi
Mentre Silvia bene o male per rispondere al segnale
sia d'inverne che d'estate le faceva ricamate.

Solo in casa o sulla soglia e non giÓ di malavoglia
aerandosi le terga le faceva lievi Verga
ma da zotico ribaldo scoreggiava don Gesualdo.

Con un dito Pirandello tratteneva il venticello
Fino a che, tutto ispirato e col ventre dilatato
liberava gl'ingranaggi dando fiato ai personaggi.

Succulente come il miele le plasmava Gabriele
Ermione nel pineto si sorbiva pioggia e peto
ma i pastori dell'Abruzzo emigravan da quel puzzo.

Onorava i gagliardetti con scoregge il Marinetti
mentre in ombra il buon Gozzano le faceva piano piano
e allargandosi la gonna le faceva anche sua nonna.

Non soltanto i letterati fecer peti appassionati
All'udito,gran letizia diede pur chi con perizia
tra le note musicali fŔ scoregge magistrali.

Su due piedi fermi e saldi scoreggiava anche Vivaldi
con alcune esitazioni nel comporre le Stagioni;
quando poi l'ebbe composte fece vento senza soste.

Gioacchino pesarese col suo ritmo, a pi¨ riprese,
rapidissimo e vivace scoreggiava senza pace
E il Barbiere di Siviglia gli rendeva la pariglia

Dal Maestro di Busseto patriottico f¨ il peto
che sull'ali del pensiero s'opponeva sempre fiero
con l'odor del tricolore al petar dell' invasore


(Segue)
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
EtÓ : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Fatta la xe

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 25 1, 2, 3 ... 13 ... 25  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum