'Cristoforo Colombo' - Italia nav. - 1953

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

'Cristoforo Colombo' - Italia nav. - 1953

Messaggio Da Ciacio il Dom Set 25, 2011 12:40 am

- - Genova (Ansaldo) 1953


























































































































































































































































































































































1966 -




















































































































































1982 -
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cristoforo Colombo... infarinatura

Messaggio Da Ciacio il Lun Set 26, 2011 10:14 pm

La t/n Cristoforo Colombo bacia il mare nel 1953 e da quel momento sarà un’eterna runnin mate
Running mate , pòl esser tradotto come secondogenito , vice , simile a... , quel dopo , mai e poi mai la prima!!
Mah… anche mì sòn secondogenito e mè trovo benissimo cussì.

Dunque , disevo che Cristoforo Colombo, xè nato subito dopo dell’Andrea Doria , primo vero transatlantico italian del dopo seconda world war , che non solo iera l’erede del ‘Rex’ e del ‘Conte di Savoia’ ma creava una grande novità nelle forme e nelle innovazioni tecnologiche, specialmente nella carena .
Del ‘A.Doria’ esisti un altro topic , magari da restauràr , per cui non mè soffermo troppo .
Colombo , d’ora in poi lo ciamerò cussì perché me secca batter i tasti , iera la gemella più grande , la pesava 98 ton de più e la sé differiva oltre all’allestimento interno per qualche particolare esterno.
Non gò ancora postà nissuna foto dei baretti o delle cabine perché solitamente quelle che xè in giro riguarda el ‘Doria’ .
Nelle immagini esterne del Colombo , per esser sicuri che xè proprio lui , bisogna guardar :

El nome sulla prua o anche sulla poppa.

La presa d’aria della ciminiera a prua , nel Colombo la linea inferiore gà una curvatura dolce e costante , nel Doria la xè come una graffa , una specie de punta.

El Doria non xè mai stà pitturà de bianco .

Le prese d’aria dei generatori , a poppa del funnel, nel Colombo xè 3 , due laterali e una a poppa , nel Doria solo due laterali, sé vedi bèn nella foto delle gemelle a Genova.

Nel Colombo le lance coverzeva i finestroni laterali del ponte Lido , nel Doria le iera più basse e i podeva guardàr oltra , anche se le lance serviva a poco.

El salòn Belvedere , a prua sul ponte lance del Colombo, gà una serie ininterrotta de finestroni , nel Doria trovemo sei per parte , una pausa e dopo una serie centrale, questo xè el particolare che salta più all’ocio , insieme alle tre coffe sull’albero del Colombo e solo due sul Doria.

El tubo de scarico delle caldaie , nel Colombo finissi de poco oltra la ciminiera , nel Doria sotto.

El Doria xè scomparso nel ’56 , el Colombo nel ’82 , per cui tutte le foto dopo el ’56 xè del Colombo.... per forza .

Xè tanto de dìr su stà barca , la fazzeva dimora quasi sempre a Trieste e nei anni de scola , durante l’estate sòn stà diverse volte a bordo con l’incarico de sotto-facchin per Ligabue.

Naturalmente , troveremo el tempo per parlar de carichi speciali , manovre do it yourself , i cambi de linea , stabilità non proprio a bolla e un triste cammino verso la fine .
Con calma , senza affanni ...tanto per i genovesi xè sempre stada la 'seconda'.




avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 'Cristoforo Colombo' - Italia nav. - 1953

Messaggio Da Longhi il Lun Ott 03, 2011 12:26 pm

No so che ano che iera, ma l'ultima volta che la ga molà le zime de Trieste, mi iero sule rive, el dopopranzo, al tramonto. bela giornada, gavevo de andar a scola a far no so che curaz de corso. Iera la Colombo che andava via e mi, con altri muli de scola che vardavimo, ziti. No capivo cssa che iera la magia, ma xe sta un bel momento, intenso, e come mi, iera tanta altra gente, e penso che tuti se rendava conto che stavimo vedendo la fine de un epoca.
Finchè un mato in età vizin de noi, co la xe sparida drio dela Maritima, ga dito: "ciau bela, gnanca a ti no te vedaremo più".
...zzo, mi no gavevo nianca 18 ani, e solo per gaver visto el Colombo che andava via per sempre me son sentì per un atimo vecio.
avatar
Longhi
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Luogo di residenza : Ultimo lembo d'Istria italiana
Data d'iscrizione : 12.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 'Cristoforo Colombo' - Italia nav. - 1953

Messaggio Da Ciacio il Mar Ott 04, 2011 12:37 am

Allora ..…zà savevo che quando sé comincia a far nozionismo , solitamente diventa tutto difficile e complicato.
Infatti gò ricevù una critica sulla definizion de ‘primi transatlantici italiani del secondo dopoguerra’ riferindome a A.Doria e C.Colombo.

Giusto !
Esisteva da più de due anni sìa el ‘Giulio Cesare’ , sìa l’Augustus’.
Chiedo scusa sìa per mì che per el mio amico tedesco.
Se qualche volta scrivo una cazzada , la colpa xè anche dell’Admin-Anto che me permetti de esprimerme in stò Forum nonostante l’età avanzada e un continuo ricorso a cure dentistiche nelle màn de un odontoiatra cialtrone e incompetente capace solo de stordirme con chissà chè droghe.
Dunque , Giulio Cesare e anche ‘Augustus ‘ ,… post esistenti e probabilmente restaurabili , sempre che la mente me sostegni e che… Sergio C. me salvi qualche fiaschetta dell’anziana signora.

Dopo la dovuta premessa me lancio in una ricostruzion della carriera del ‘C.Colombo’
Scriver solo Colombo xè anche sbaglià ! Esisteva un’altra nave che sé ciàmava cussì , molto più vecia e con due ciminiere bianche e nere.( ndr)

Al momento della scesa in campo de C. Colombo , nel 1955 , dopo che Trieste xè passada sotto amministrazion italiana , le linee della flotta ‘Italia nav.’ xè le seguenti:

Da Genova a N.Y. ‘A.Doria’ e ‘C. Colombo’.
Da Trieste a N.Y. ‘Vulcania’ e ‘Saturnia’
Da Genova in Sud America l’Augustus’ , ‘Giulio Cesare’ e ‘Conte Grande’
De riserva , per qualsiasi evenienza , el ‘Conte Biancamano’




(N.Y. stà per New York , dove và solitamente ad esibirse Paolin)

p.s.
1)vado adagio sinò mè perdo e comincio a dir puttanade
2)de tutte le navi citade ,esisti un topic senza nozioni...solo figure.
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

1955..56....

Messaggio Da Ciacio il Dom Ott 09, 2011 7:41 pm

Cussì , dopo tanti anni , el 24 ottobre del ’55 tornava a Trieste el Vulcania , seguì el 2 novembre dal Saturnia , tutti e due sulla linea celere Trieste – New York , linea de grande prestigio che xè stada el vanto della Cosulich.
All’inizio del ’56 podemo riassumer i movimenti de Italia Nav. Sull’Atlantico con la linea espresso Genova- N.York impiegando l’A.Doria e C.Colombo.
La linea celere Trieste- N:York con el Vulcania e Saturnia
La linea espresso Genova-Brasil –Argentina con Augustus , Giulio Cesare e Conte Grande.
La linea passeggeri per el Sud America con Antoniotto Usodimare , Amerigo Vespucci e Marco Polo.
In panchina el Conte Biancamano a rifarse el trucco , con due o tre viaggi in Centro America.
Andava tutto bèn , tutto in equilibrio perfetto …ma…
Ma purtroppo nel ’56 la sfiga gà deciso de imbarcarse sull’A.Doria , cussì el 26 luglio 44 persone gà perso la vita , C.Colombo gà perso la gemella e la società Italia nav. gà perso una montagna de soldi.
Mancando la nave più importante sìa per immagine che per el servizio sulla linea , vien subito messo al posto del A.Doria el Giulio Cesare che sarà sostituì in Sud America dal Paolo Toscanelli.
El Conte Biancamano vièn lavà , stirà e messo sulla Genova-N.York , anche el Conte Grande farà qualche viaggio sulla linea orfana.
Tutti stì movimenti podessi fàr pensar che la Genova-N.York fussi una tratta intasada de passeggeri.
Invece no!
Anche le traversate atlantiche iera soggette alle stagioni , xè come andar a Barcola in luglio o in febbraio.
In luglio xè un 6 ogni dieci minuti , in febbraio te pòl stàr là del porticciolo a iazzarte le rece per delle mezzeore.
Cussì , nell’estate del ’57 a N.York rivava C.Colombo , Giulio Cesare e Augustus .
Nel stesso periodo a La Plata andava el Conte Grande e Conte Biancamano ( linee espresso).
Cambiando stagion , le barche sé scambiava , come mia moglie cò cambia la roba in armeròn.



Comunque la situaziòn sé stava evolvendo.
Sordi e ciechi all’avvento dei trasporti aerei , i dirigenti dell’epoca decideva de costruir una gemellona de A.Doria e de C.Colombo , più grande ancora , quel doveva esser el simbolo della grandeur italiana sui mari , …tanto i soldi iera dell’I.R.I.
Vigniva messo in cantier el Leonardo da Vinci , stessa carena solo 40 metri più longa e 4000 ton più pesante (all’inizio !)
Del L.da Vinci parleremo in un altro topic.
Con l’arrivo del Leonardo da Vinci , la nostra ex gemella finissi de esser la Primadonna e torna al suo eterno status de running mate.
Nel 1966 C.Colombo vien pitturà de bianco , come tutte le navi della flotta Italia nav. , in quell’anno xè la sola nave della società che fa scalo a Trieste, visto che L.da Vinci sé fermava a Napoli.
Nel frattempo aumentava in maniera esponenziale el numero dei viaggi aerei sui scali tradizionali dei nostri ingordi e spendaccioni transatlantici.





Nel 1973 C.Colombo vièn spostà dal Nord al Sud America , basta Trieste...la farà dimora a Genova , con un risparmio per i contribuenti italiani de oltre 1 miliardo e 300 milioni de antiche lire
La linea per New York iera in passivo e la Finmare stava in una situazion quasi greca con un buso de 48 miliardi e 200 milioni de £ire …….tutti in sovvenzioni statali.



avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Parentesi

Messaggio Da Ciacio il Dom Ott 09, 2011 11:01 pm

La Finmare xè el prodotto de una brutta abitudine che caratterizza el nostro BelPaese.
Tutti sa che “ l’unione fa la forza” ma in certi casi , la stessa unione pòl crear situazioni de imbarazzo e qualche volta de inculation drill.
Nel settor delle compagnie de navigaziòn , fin dal 1881 con la Florio e la Rubattino iera più comodo
fonder le varie compagnie in un’unica società , appoggiandose ad aiuti statali e quindi lavorando coi soldi dei altri cioè , in quela volta ,dei nostri bisnonni o adirittura trisavoli.
Questo ghè permetteva ai armatori che stava andando a remengo de associarse a compagnie in piena salute , portando nelle nove società soldi che el governo sé sentiva in dovèr de tirar fora, per questioni de immagine , de bandiera e de bustine.
El primo esempio xè la “N.G.I.” che ingrumava :
La Veloce , Italia nav.a vap. , soc.Italiana dei Servizi Marittimi SITMAR , Piaggio , Transoceanica , Lloyd Italiano , Adriatica e Lloyd Triestino.

Subito dopo , nel 1932 el governo ciòleva sotto la sua ala la N.G.I. , la Linee Marittime , quel che restava ancora autonomo del Lloyd Triestino e la Fratelli Cosulich , dando vita alla ”Società Italia Flotte Riunite” , de cui ricorderemo sempre el ‘Conte di Savoia’ e anche el ‘Rex’

Passa i anni e dopo l’arrivo della Repubblica , el piano Marshall , la migrazion interna e un boom economico, sé trovemo con quattro società de navigazion che comunque vivi alle spalle dello stato.

Cambia el regime ma non cambia el sistema , vien creàda la Finmare che porta nella stessa capanna Adriatica , Italia , Lloyd Triestino e Tirrenia.
Tutte con navi costruide senza la minima attenzion all’economia de servizio , tanto esisteva i sussidi statali.

Cmnq in quei anni non iera ancora conossù el problema ‘Austerity’ e trovavimo in giro anche vetture come la 1100 D della Fiat che con 1200cc de cilindrata la pesava una tonellata e la consumava un litro e mezzo de benzina per un posteggio.

Còssa centra tutto questo con C.Colombo ?

Purtroppo centra , la nave iera anti economica in tutti i sensi .
Bellissima , esteticamente un capolavoro , ma funzionalmente iera un piombo e la xè finida senza gloria proprio per questo.




avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 'Cristoforo Colombo' - Italia nav. - 1953

Messaggio Da Sandro il Mer Ott 12, 2011 10:23 pm

PARTICOLARE DEL PONTE SCIALUPPE


[img][/img]
avatar
Sandro
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 415
Età : 63
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Te vedi .......

Messaggio Da Ciacio il Mer Ott 12, 2011 10:54 pm

.........che a bèn zercàr , salta sempre fora qualcossa dai cassetini !!!!
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cambia paròn.

Messaggio Da Ciacio il Mer Ott 12, 2011 10:58 pm

Sempre nel 1973 vien approvada in Parlamento una legge che de fatto cancella tutte le linee passeggeri della Finmare sulle grandi distanze a partir dal 1978.
I costi dei bunkeraggi , le manutenzioni e l’ormai conclamà predominio dei aroplani , sarà la causa dell’estinzion della flotta de navi bianche.
Nel 1977 C.Colombo torna a Trieste per esser disarmada e subito venduda per quasi 7 milioni de dollari in Venezuela,dove la sarà posteggiada sull’Orinoco come dormitorio per le maestranze de non so che società.
Nel ’81 , piena de sorzi e serpenti , la vien ceduda a una società de demolizioni Koreana.
Quando la riva a Taiwan , vien deciso de mazzàr tutte le bisse e le pantigane per portarla Hong Kong e trovar un dindio che la compri per utilizzarla come nave da crociera.
Poiché , come gavemo zà ditto , la nave iera mooolto antieconomica e nell’ambiente i dindi xè rari , nel 1982 la torna a Kaohsiung per esser smantellada.
Almeno la sè gà risparmià l'umiliazion del delfin blu dell'I.C.I. che gà portà solo sfiga e umiliazioni alle bianche de quel periodo.


avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 62
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 'Cristoforo Colombo' - Italia nav. - 1953

Messaggio Da Sandro il Gio Ott 13, 2011 12:27 am

GRAZIE BRUNO
avatar
Sandro
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 415
Età : 63
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 'Cristoforo Colombo' - Italia nav. - 1953

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum