1968 Nautico-Okkupazioni, contestazioni, emancipazioni.

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

seguito de ...no gho parole....

Messaggio Da Peter il Gio Apr 17, 2008 2:11 am

Iero xa in letto e riflettevo, pensavo che mancava el finale, e cioè che in certe occasioni xe meio parlarse de persona che no davanti a uno skermo.
Allora adesso gho impizà de novo el PC + el skermo (molto discusso e inkriminado sto' skermo ultimamente) per dir che saria pereferibile almeno per mi, discuter de persona de certi temi come el '68 parigino ; ricordemose che in Italia el xe 'rrivà 1 anno dopo, nel '69 anche per el nostro Nautico.....
Mi son disponibile al dialogo...
G'night
Pet
avatar
Peter
Capo di 2° Classe
Capo di 2° Classe

Numero di messaggi : 240
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Me par bel

Messaggio Da Sissio il Gio Apr 17, 2008 3:45 am

peter-aussie -aussie ha scritto:Ben fatta

Chi porta la chitarra ...???
Se Sissio el xe d'accordo podessimo andar a cantar in q'che ozmica el 'BATTISTI' che savemo noi e po' noi ghe 'ndemo drio come in pulman per Auronzo..
Mi gho una chitarra ma no so sonarla.
Xe qualched'1 che se sa e che se offri???
Podessimo organizzar.
Me par una bellissima ideona..
Che vegni fora le proposte.... e q'che ideona-ona-ona ...scuzeme ma mi lavoro in Bisiacheria..Ona-ona-ona..
Ciao
Pet

Certo che son d'accordo, me par una magnifica idea, però no xe più vose, trope cicche e tropi anni.

Sissio
avatar
Sissio
Sottocapo di 1° Classe Scelto
Sottocapo di 1° Classe Scelto

Numero di messaggi : 37
Data d'iscrizione : 24.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Enorme problema

Messaggio Da Ciacio il Gio Apr 17, 2008 3:01 pm

ciao a tutti,
inanzi tutto ,son mi che dovessi scusarme con Genio , per el modo che gò doperà per far solo un poca de cronaca. Xe che no son abituà a star nei forum e divento mona a comunicar a rate.
Penso e spero che riverò a vignirghe a capo.
Adesso me urgi de risolver un'altro problema sai più immediato. In un'altro canton del forum me disevi della qualità delle foto. Come spedirle gò quasi capì , come doprar el scaner pensavo de gaver capì ,ma forsi no xe propio cussì. Chi sà dirme come che devo impostarlo (quela maledeta scatola de me..) per poder dopo spedir?
Ogni consiglio xe be accetto. Soli si muore , voglio l'amore .
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2321
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

No xe un grande problema

Messaggio Da Sissio il Gio Apr 17, 2008 4:22 pm

Ciacio '76 ha scritto:ciao a tutti,
inanzi tutto ,son mi che dovessi scusarme con Genio , per el modo che gò doperà per far solo un poca de cronaca. Xe che no son abituà a star nei forum e divento mona a comunicar a rate.
Penso e spero che riverò a vignirghe a capo.
Adesso me urgi de risolver un'altro problema sai più immediato. In un'altro canton del forum me disevi della qualità delle foto. Come spedirle gò quasi capì , come doprar el scaner pensavo de gaver capì ,ma forsi no xe propio cussì. Chi sà dirme come che devo impostarlo (quela maledeta scatola de me..) per poder dopo spedir?
Ogni consiglio xe be accetto. Soli si muore , voglio l'amore .

Ciao Ciacio, tuto dipendi da cossa che te vol far dela foto, normalmente se voio mandarghe una foto a un amico in modo che el possi farsela stampar dal fotografo o sula sua stampante con un risultato de qualità alla "scatola de M...." ghe digo ciapime sta foto a 300 dpi con dimensioni de uscita pari a 5x7 inch che po' saria un 13x18 cm, e ghe digo de salvarla in formato Jpg, però in questa maniera la foto xe un poco pesantina come ingombro in Kb ma come allegato in una mail te rivi spedirla tranquillamente, attento, al massimo una o due alla volta perché se no te ghe intasi la casella de posta all'amico. Nel caso che la foto devi solo esser vista ma no stampada, sbassa i Dpi da 300 a 72 o poco più che xe el massimo che leggi el schermo, la foto sarà meno pesante in Kb e te poderà spedirghene anche tante in una singola Mail. Par un casin ma co te ga capì el concetto xe una monada.
Mi go un scanner Epson ma el funzionamento resta lo stesso, decider quanti punti per pollice che te vol e che dimensioni che te desideri che vegni fora la foto.
Ciao, Sissio
avatar
Sissio
Sottocapo di 1° Classe Scelto
Sottocapo di 1° Classe Scelto

Numero di messaggi : 37
Data d'iscrizione : 24.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Per le foto

Messaggio Da matteo il Gio Apr 17, 2008 5:22 pm

Ciao Ciacio, quel che disi Sissio xè tutto corretto ( per quel poco che so mi!) . Magari considera che se le foto xè in bianco/nero e quindi te scannerizzi in scala de grigi te pol usar anche una risoluzion un poco più alta, tanto alla fine no pesa tanto. Effettivamente, se le foto xè a colori, te toca usar valori bassi. Oggi come oggi quasi tutti viaggia in ADSL e no xè problemi de spedizion ma prima de spedir roba convien sempre domandarghe al destinatario se gà limiti nella casella de posta, te rischi de imbugnirghela.
Domanda: foto del Prof. Nigido le gavè?

Saluti
avatar
matteo
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 133
Luogo di residenza : Trieste
Data d'iscrizione : 24.10.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

chitarre e canzoni

Messaggio Da Sergio il Gio Apr 17, 2008 9:55 pm

Qualche anno fà gò scoperto una caverna in carso dove tuti va a far baldoria e grigliate ed enormi granpampel e anche se piovi no xe problemi, se ve interesa posso provar a ritrovar el posto e organizemo ( se mai riverà el caldo) una serata plen air.

sergio
avatar
Sergio
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 420
Luogo di residenza : TRIESTE
Data d'iscrizione : 18.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

per Peter

Messaggio Da Sergio il Gio Apr 17, 2008 9:58 pm

ma come xe che i te gà degradà a capo de prima classe forsi i se ga accorto che te se misi coi furlani?? Evil or Very Mad

ciao ciao Laughing

sergio
avatar
Sergio
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 420
Luogo di residenza : TRIESTE
Data d'iscrizione : 18.01.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Per Sergio

Messaggio Da Ospite il Gio Apr 17, 2008 10:19 pm

Iero in incognita, insoma in doppia veste...no per niente, ma qualcossa gaverò ciapado dal mio compagno de banco??
ciao
alla prox
Pet

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

la cosa si fa interessante

Messaggio Da Sandro il Ven Apr 18, 2008 12:31 am

che bela roba che sta saltando fora, qualchedun porta la chitara (ben tornato Peter te ne mancavi) qualchedun porta i dedi per sonarla, mi se qualchedun vol porto un po de sigari cubani che me xe rimasti nell'humidor e per il resto ghe penserà la provvidenza. Adesso poi che riva la bela stagion la caverna xe perfeta. Che bella idea! Femo dei!
avatar
Sandro
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 415
Età : 63
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

per Ciacio

Messaggio Da Sandro il Ven Apr 18, 2008 12:33 am

non cruziarte le foto xe perfete! e te va benissimo cussì
avatar
Sandro
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 415
Età : 63
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Gho scrito su 'NO GUANTO', forsi che quà inveze GUANTO......

Messaggio Da Ospite il Dom Apr 20, 2008 2:21 am

UNA LANTERNA MAGICA DEFORMA LA VITA; SI CHIAMA TV
Da peter-aussie-aussie il Gio Apr 17, 2008 11:44 pm

Giorgio Bocca nella sua recensione sull’ultimo Venerdì .- sembra che el ne stia leggendo sul Forum…….- el scrivi tra le altre cosette:
…..
In TV non basta avere le idee, devi forare il video, devi essere confidenziale, devi entrare nella casa di chi ti guarda.
Mi sembravano delle baggianate da mercante in fiera, ma sono le baggianate su cui cresce l’universo de consumi inutili, dei desideri inventati, della poltiglia sociale che ha sostituito le classi sociali, la loro lotta, le ideologie.
Il sorriso – suggello delle conduttrici fa parte del nuovo linguaggio in cui le immagini sostituiscono le parole e la letteratura.
Un linguaggio probabilmente efficace ai fini pubblicitari, ma sconcertante.
Continua per esempio l’uso delle immagini catastrofiche pr il lancio dei prodotti di lusso, in particolare automobili; alluvioni terremoti, tsunami, per auto da 40.000 Euro in su.
A volte si usa anche la combinazione immagini-scriittura del tipo “ le cose importanti nascono nei tempi difficili” che è la risposta del consumismo alla moda del catastrofismo; il mondo è pieno di dolori e di sciagure, ma solo nei tempi difficili l’umanità progredisce, le tecniche migliorano. Che è poi la ripetizione della cultura militare: la guerra come levatrice della storia, il risuonar di spade e di scudi, l’epica come il modo migliore di esaltare le qualità umane.
Il sorriso delle conduttrici, ovvero l’importanza, nell’era pubblicitaria, di apparire più che di essere, di recitare più che pensare.
Chi ha fatto TV conosce lo sconcerto di questa alienazione intellettuale. La lanterna magica ha trasformato il nostro modo di vivere in artificio continuo, in una casa degli specchi deformati che ti allungano o ti rimpiccioliscono. E guai se non ti adatti al gioco delle apparenze.


F i n e


ME PAR CHE EL DISCORSO A STO' PUNTO SE INTRECCIA CON QUELL'ALTRO CHE GHAVEMO DALL'ALTRA PARTE......EL

'68 NAUTICO - OCCUPAZIONI, CONTESTAZIONI, EMANCIPAZIONI

RAGAZZI, MA QUESTO SIAMO NOI, NON CI POSSIAMO NASCONDERE DIETRO UN DITO OPPURE DIRE 'PIOVE, GOVERNO LADRO'.

LA SOCIETA' MODERNA HA CREATO QUESTO, E CHI PUO' DIRE ....IO NON C'ERO, DORMIVO?

SIAMO STATI TRASCINATI INCONSCIAMENTE IN QUESTO VORTICE CONSUMISTICO CON I VARI PROBLEMI DERIVANTI DALLA GLOBALIZZAZIONE, EURO TROPPO FORTE, IL PREZZO DEL PETROLIO (qua, mi sento ciolto per el c.l, bla bla bla e le 7 sorelle figlie di putt.ne, aumentano…come se avessimo fatto noi q’ssa de sbagliado per cui causa/effetto….) STRAPOTERE ECONOMICO DEL FAR EAST RISPETTO AGLI STANDARD CHE CI ERAVAMO PREFISSATI NELL’AMBITO CEE SOLTANTO Q'CHE ANNO FA , E IO NON MI AGGRAPPO ALLE APPARENZEEEEE!!!! NON ME LA DANNO A BERE, E DICO DI PIU’:

LA CONTESTAZIONE CI HA PERMESSO DI GUARDARE SEMPRE CON OCCHIO CRITICO ALLA REALTA’ .. SPECIALMENTE L’ESSERE LUCIDI E CAPACI DI GARDARE IN MEZZO ALLE RIGHE PER ESTRAPOLARE QUELLA MEZZZA OPPURE TUTTA LA VERITA’ CHE CI OSTINIAMO A CERCARE.
IO PROMUOVO IL MIO ’68 A PIENI VOTI E SE VOGLIO EVITARE DI GUARDARE LA TV OPPURE L’OBLO DELLA WASHING MACHINE, VADO A FAR UNA CAMINADA CON LA MIA MOROSA E/O LA MIA FAMIGLIA + AMICI VARI.
UNA CHIACCHIERATINA DAL VIVO IN MEZZO AL VERD E DELLA NATURA XE TUTTA UN’ALTRA STORIA… E MAGARI SE UN GHA SEDE….
CIAO A TUTTI

Pet

RITORNO QUINDI IN ARGOMENTO:

No me iero accorto ma Story gaveva za già scrito del star ben con la fameia e dei amici, scuzeme ma se vedi che viagemo in simbiosi tutti quanti.
Riassumendo me gha parso importante sottolinear el fatto che almeno al sottoscritto che piazi da sempre legger in mezzo alle righe, che no vol dir solo contestare, ma vol dire criticar ....aver una propria opinione q'che volta anche magari sbaiada, ma che possi esser comunque fonte de discussion, de confronto civile.
Infine rispetto a Story forsi l'originalità della mia conclusion podessi esser el star nel star in mezzo alla natura ...nel verde, adesso che xe primavera se senti il risveglio della natura, flora, fauna, ....Nautici compresi.
( e qua se allaccemo al discorso dei muli che xe bamboccioni in casa, come che dizi Story in un altro momento....).
Come che vedè ze tutto collegado e le discussioni me par che no mancherà......

g'night
Pet
Ciao

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

annuncio che meto qui perchè pertinente

Messaggio Da Sandro il Dom Apr 20, 2008 2:51 am

oggi su RADIO UNO (che xe sai meio che la TV in quanto radio) alle 13.20 xe cominciada una trasmission che gaverà altre 7 puntate e se intitola "COME ERA IL 68" (o qualcosa de simile). Xe interessante è pol completar la nostra esperienza in termini storici. Ma voi savevi che le prime okupazioni in Italia xe stade a Torino all'università nel novembre de 67 e uno dei contestatori se ciamava Bobbio e contestava suo pare (docente) Norberto?

Me sembra che a questo punto semo maturi per la nostra prima forma de protesta, sopratutto dopo le parole de Peter piene de rabbia e de passione. mi rinuncerò el più possibile a quell'oreta de TV che mediamente guardo la sera e penso che tuti podessimo dedicarse de più magari alla lettura o all'ascolto della radio e magari raccontarse qualche trama o qualche cosa de interessante che gavemo ascoltado o letto.
bona note
avatar
Sandro
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 415
Età : 63
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

No xperchè xe lui, ma......

Messaggio Da Ospite il Dom Apr 20, 2008 11:58 pm

The important thing is not to stop questioning.
Albert Einstein (1879 - 1955)


ciao
Pet

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: 1968 Nautico-Okkupazioni, contestazioni, emancipazioni.

Messaggio Da Ale75 il Lun Apr 21, 2008 3:46 pm

matteo ha scritto:Volevo ringraziar Sergio per le considerazioni. Che le sia tue o meno, le me gà messo un brivido perchè le sentivo ( le sento) mie anche se mi son del '74 e me pianzi un poco el cuor a notar che de tutti i cambiamenti che le evidenzia, non ghe ne sia gnanche un bon. Mi non gò la presunzion de discuter sul clima e sugli avvenimenti de quei anni per evidenti ragioni anagrafiche però son d'accordo con chi sostien ( e me sembra che nel forum ghe ne sia diversi) che el movimento e le idee scaturide gà portado alcuni lati positivi ma anche tanti negativi a cominciar proprio dalla scola. A partir dal '68 la pedagogia gà preso la meglio sull'istruzione tout-court , forsi sarà mejo aver messo in discussion el nozionismo puro ma mi scolto gli alievi che riva a bordo oggi e me vien mal, leggio i libri che se dopra e ve giuro che no se capissi dove che i comincia e dove che i finissi. A mi i dava un voto, un numero da 1 a 10, semplice e pulito...spesso iera inferiore al 5... coi anni gò perso i cavei forsi, ma no penso fossi quel el motivo. I gà tolto gli esami de riparazion e i gà messo i debiti formativi...forse per abiturne zà de giovini a viver coi debiti...desso me par che no sia più gnanche i debiti e che i te valuti un anno ogni 2. Tipo che co rivo a bordo e sbaglio "solo" una rotta ogni 2 el Barba me dovessi anche dir bravo, in fin dei conti el 50% no xè mal. I gà cavà el voto de condotta che xè come dir che el comportamento no se valuta , e anche là te arriva sbarbai sul ponte che te rispondi se te li riprendi e i te spiega che contestar l'autorità xè un loro diritto.
Forse proprio questo xè el punto : el '68 gà insegnado che contestar el potere xè un diritto de ognun de noi ma me par che lo spirito sia stado sempre più travisado fin a contestar sempre e comunque e ad annullar i doveri a tutto vantaggio dei diritti.

Un saluto a tutti

Reputo i diriti, certi diriti, sacrosanti e irinunciabili per la dignità umana...dopo però bisogna anche conoser i doveri, che i xe altretanto irinunciabili e sacrosanti.
Nela nostra società, parlo dei ultimi 10 anni, tuti pretendi i diriti, tuti li invoca e, sopratuto sul lavor, la gente se fa forte e se zerca de sconder drio a paroloni come "mobbing"...o se rifugia dai sindacati per gaver i DIRITI DEL LAVORATORE....ma mi, almeno nel ambiente dove che lavoro, no sento mai parlar de DOVERI.....dove i xe finidi??? Mah...

Questo per dir, che ghe xe stade tante lote per i diriti...adeso forsi xe anche ora de pensar anche ai doveri
avatar
Ale75
2° Capo Scelto
2° Capo Scelto

Numero di messaggi : 79
Età : 42
Luogo di residenza : Trieste
Data d'iscrizione : 23.10.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

ocupemo ? denovo ?

Messaggio Da mauriP il Lun Apr 21, 2008 4:16 pm

Sergio ha scritto:Qualche anno fà gò scoperto una caverna in carso dove tuti va a far baldoria e grigliate ed enormi granpampel e anche se piovi no xe problemi, se ve interesa posso provar a ritrovar el posto e organizemo ( se mai riverà el caldo) una serata plen air.

sergio
Ocio che se tuti va la, in sta grota intendo, noialtri per far la festa "BATTISTI" .......ne tocherà OKuparla !!!!!! Come scola !!
Ma noi no ierimo più de mar che de tera ? Muli.....OKupemo una spiagia ?!
avatar
mauriP
2° Capo
2° Capo

Numero di messaggi : 54
Luogo di residenza : TRIESTE
Data d'iscrizione : 23.02.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1968 Nautico-Okkupazioni, contestazioni, emancipazioni.

Messaggio Da Ciacio il Lun Apr 21, 2008 11:58 pm

Ale75 ha scritto:
matteo ha scritto:Volevo ringraziar Sergio per le considerazioni. Che le sia tue o meno, le me gà messo un brivido perchè le sentivo ( le sento) mie anche se mi son del '74 e me pianzi un poco el cuor a notar che de tutti i cambiamenti che le evidenzia, non ghe ne sia gnanche un bon. Mi non gò la presunzion de discuter sul clima e sugli avvenimenti de quei anni per evidenti ragioni anagrafiche però son d'accordo con chi sostien ( e me sembra che nel forum ghe ne sia diversi) che el movimento e le idee scaturide gà portado alcuni lati positivi ma anche tanti negativi a cominciar proprio dalla scola. A partir dal '68 la pedagogia gà preso la meglio sull'istruzione tout-court , forsi sarà mejo aver messo in discussion el nozionismo puro ma mi scolto gli alievi che riva a bordo oggi e me vien mal, leggio i libri che se dopra e ve giuro che no se capissi dove che i comincia e dove che i finissi. A mi i dava un voto, un numero da 1 a 10, semplice e pulito...spesso iera inferiore al 5... coi anni gò perso i cavei forsi, ma no penso fossi quel el motivo. I gà tolto gli esami de riparazion e i gà messo i debiti formativi...forse per abiturne zà de giovini a viver coi debiti...desso me par che no sia più gnanche i debiti e che i te valuti un anno ogni 2. Tipo che co rivo a bordo e sbaglio "solo" una rotta ogni 2 el Barba me dovessi anche dir bravo, in fin dei conti el 50% no xè mal. I gà cavà el voto de condotta che xè come dir che el comportamento no se valuta , e anche là te arriva sbarbai sul ponte che te rispondi se te li riprendi e i te spiega che contestar l'autorità xè un loro diritto.
Forse proprio questo xè el punto : el '68 gà insegnado che contestar el potere xè un diritto de ognun de noi ma me par che lo spirito sia stado sempre più travisado fin a contestar sempre e comunque e ad annullar i doveri a tutto vantaggio dei diritti.

Un saluto a tutti

Reputo i diriti, certi diriti, sacrosanti e irinunciabili per la dignità umana...dopo però bisogna anche conoser i doveri, che i xe altretanto irinunciabili e sacrosanti.
Nela nostra società, parlo dei ultimi 10 anni, tuti pretendi i diriti, tuti li invoca e, sopratuto sul lavor, la gente se fa forte e se zerca de sconder drio a paroloni come "mobbing"...o se rifugia dai sindacati per gaver i DIRITI DEL LAVORATORE....ma mi, almeno nel ambiente dove che lavoro, no sento mai parlar de DOVERI.....dove i xe finidi??? Mah...

Questo per dir, che ghe xe stade tante lote per i diriti...adeso forsi xe anche ora de pensar anche ai doveri


Diritti e doveri!
come parole, me par che le sia diventade troppo sfruttade.

Diritto ,secondo mi xe aver el giusto compenso per el tempo , el lavor sia fisico che mentale, che una persona dedica ad un'altra persona , ditta, ente o quel k che te vol.

Dovere , xe esser a disposizion de quella persona , ditta, ente o quel k che te vol, per dar el servizio o l'opera, per cui te son stà assunto in quela realtà.

Fina quà me par che tutti pol esser d'accordo.

El problema , me par de capir , xe che tutti stì dipendenti ,no fà un zoca , i corri dei sindacati e i se becca anche el mobbing.
Allora , su questo penso che sia anche giusto. Mi gò un collega de 39 anni, el ciapa 460 € al mese meno de mi (lavoremo in una ditta privata) , el vivi con mama e papa' ,el vol sposarse dopo 8 anni de fidanzamento,
con una mula de 37 anni che lavora tre mesi all'anno (precaria) .
Quando che el gà deciso che la paga iera curta , che effettivamente ,lui xe là ogni mattina alle 8 , el fà tutto quel che ghe spetta, el gà parlà col paron.
El capo gà risposto: cussì xe , se te và ben ok , se no ,trovo un contratto a termine , che spendo de meno.
E quà , a chiunque ghe boiria le bale, inveze lui gà deciso che và ben cussì
Quel che me frastorna de questa situazion ,xe che stà persona , a tutte le elezioni e anche all'ultima gà votà a destra.
Quindi mi , che gò una posizion privilegiata (intendo come stipendio e mansioni) confronto a lui, e che dopo le elezioni ,son un dinosauro, me rendo conto che xe cambià tutto, anche mi!
Nol me fà passion , propio no lo capisso e cussì stento a capir tutto quel che stà succedendo.
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2321
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1968 Nautico-Okkupazioni, contestazioni, emancipazioni.

Messaggio Da Ale75 il Mar Apr 22, 2008 9:41 am

Ciacio '76 ha scritto:
Ale75 ha scritto:
matteo ha scritto:Volevo ringraziar Sergio per le considerazioni. Che le sia tue o meno, le me gà messo un brivido perchè le sentivo ( le sento) mie anche se mi son del '74 e me pianzi un poco el cuor a notar che de tutti i cambiamenti che le evidenzia, non ghe ne sia gnanche un bon. Mi non gò la presunzion de discuter sul clima e sugli avvenimenti de quei anni per evidenti ragioni anagrafiche però son d'accordo con chi sostien ( e me sembra che nel forum ghe ne sia diversi) che el movimento e le idee scaturide gà portado alcuni lati positivi ma anche tanti negativi a cominciar proprio dalla scola. A partir dal '68 la pedagogia gà preso la meglio sull'istruzione tout-court , forsi sarà mejo aver messo in discussion el nozionismo puro ma mi scolto gli alievi che riva a bordo oggi e me vien mal, leggio i libri che se dopra e ve giuro che no se capissi dove che i comincia e dove che i finissi. A mi i dava un voto, un numero da 1 a 10, semplice e pulito...spesso iera inferiore al 5... coi anni gò perso i cavei forsi, ma no penso fossi quel el motivo. I gà tolto gli esami de riparazion e i gà messo i debiti formativi...forse per abiturne zà de giovini a viver coi debiti...desso me par che no sia più gnanche i debiti e che i te valuti un anno ogni 2. Tipo che co rivo a bordo e sbaglio "solo" una rotta ogni 2 el Barba me dovessi anche dir bravo, in fin dei conti el 50% no xè mal. I gà cavà el voto de condotta che xè come dir che el comportamento no se valuta , e anche là te arriva sbarbai sul ponte che te rispondi se te li riprendi e i te spiega che contestar l'autorità xè un loro diritto.
Forse proprio questo xè el punto : el '68 gà insegnado che contestar el potere xè un diritto de ognun de noi ma me par che lo spirito sia stado sempre più travisado fin a contestar sempre e comunque e ad annullar i doveri a tutto vantaggio dei diritti.

Un saluto a tutti

Reputo i diriti, certi diriti, sacrosanti e irinunciabili per la dignità umana...dopo però bisogna anche conoser i doveri, che i xe altretanto irinunciabili e sacrosanti.
Nela nostra società, parlo dei ultimi 10 anni, tuti pretendi i diriti, tuti li invoca e, sopratuto sul lavor, la gente se fa forte e se zerca de sconder drio a paroloni come "mobbing"...o se rifugia dai sindacati per gaver i DIRITI DEL LAVORATORE....ma mi, almeno nel ambiente dove che lavoro, no sento mai parlar de DOVERI.....dove i xe finidi??? Mah...

Questo per dir, che ghe xe stade tante lote per i diriti...adeso forsi xe anche ora de pensar anche ai doveri


Diritti e doveri!
come parole, me par che le sia diventade troppo sfruttade.

Diritto ,secondo mi xe aver el giusto compenso per el tempo , el lavor sia fisico che mentale, che una persona dedica ad un'altra persona , ditta, ente o quel k che te vol.

Dovere , xe esser a disposizion de quella persona , ditta, ente o quel k che te vol, per dar el servizio o l'opera, per cui te son stà assunto in quela realtà.

Fina quà me par che tutti pol esser d'accordo.

El problema , me par de capir , xe che tutti stì dipendenti ,no fà un zoca , i corri dei sindacati e i se becca anche el mobbing.
Allora , su questo penso che sia anche giusto. Mi gò un collega de 39 anni, el ciapa 460 € al mese meno de mi (lavoremo in una ditta privata) , el vivi con mama e papa' ,el vol sposarse dopo 8 anni de fidanzamento,
con una mula de 37 anni che lavora tre mesi all'anno (precaria) .
Quando che el gà deciso che la paga iera curta , che effettivamente ,lui xe là ogni mattina alle 8 , el fà tutto quel che ghe spetta, el gà parlà col paron.
El capo gà risposto: cussì xe , se te và ben ok , se no ,trovo un contratto a termine , che spendo de meno.
E quà , a chiunque ghe boiria le bale, inveze lui gà deciso che và ben cussì
Quel che me frastorna de questa situazion ,xe che stà persona , a tutte le elezioni e anche all'ultima gà votà a destra.
Quindi mi , che gò una posizion privilegiata (intendo come stipendio e mansioni) confronto a lui, e che dopo le elezioni ,son un dinosauro, me rendo conto che xe cambià tutto, anche mi!
Nol me fà passion , propio no lo capisso e cussì stento a capir tutto quel che stà succedendo.

Ciacio, el fatto de votar a destra o a sinistra no conta più un zoca...ara Illy, el se candida a sinistra e te par un omo de sinistra?
Go fato solo un esempio, forsi quel che me gaveva colpì de più anni fa col iera assieme a Pacorini...
El discorso mio col discorso tuo se intrecia perfetamente, i xe uguali ma diti in maniera diversa o oposta...el tuo colega ciapa 400 e roti e no xe contento (ovio!) ma el capo ga dito che o cusì o raus....e mi son el primo a dir che ste robe no va ben (infati parlavo de diriti, doveri e dignità umana).
Ma le robe xe de scinder, tra chi ga realmente bisogno e xe giusto che se apogi al sindacato (DIRITO DEL LAVORATORE ALA SUA DIGNITA') e chi, come tanti, no fa un beato zoca tuto el giorno, ruba la paga (speso tanta o, perlomeno, parechia) e se permeti de romper anche le bale coi sindacati, invocando el mobbing, ecc. (DOVERE A STAR ZITO E LAVORAR COME I ALTRI).
avatar
Ale75
2° Capo Scelto
2° Capo Scelto

Numero di messaggi : 79
Età : 42
Luogo di residenza : Trieste
Data d'iscrizione : 23.10.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

scuzeme se me intrometto...

Messaggio Da Ospite il Gio Apr 24, 2008 1:41 am

Intanto ciao to everybody
Oggi la Marcegaglia gha sollevado la question che bisogna mettere in discussion i contratti de lavor.
Ma ghavè miga idea de dove che ne porteria sti discorsi??? Volessi dir che oggi tutti quanti i dipendenti come che semo noialtri guadegnemo troppo perchè, secondo la Marcegaglia, i contrati xe tutti sbagliadi.
In definitiva I 400,00/500,00 Euro/mese allora saria + che sufficienti anche per noi padri de fameia etc. .......secondo la Marcegaglia.
El discorso se podessi accender a sto' punto....e infiammarse un pochettin..
mi mi sento offeso.
Hi
by Pet

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: 1968 Nautico-Okkupazioni, contestazioni, emancipazioni.

Messaggio Da Ale75 il Gio Apr 24, 2008 9:48 am

peter-aussie-aussie ha scritto:Intanto ciao to everybody
Oggi la Marcegaglia gha sollevado la question che bisogna mettere in discussion i contratti de lavor.
Ma ghavè miga idea de dove che ne porteria sti discorsi??? Volessi dir che oggi tutti quanti i dipendenti come che semo noialtri guadegnemo troppo perchè, secondo la Marcegaglia, i contrati xe tutti sbagliadi.
In definitiva I 400,00/500,00 Euro/mese allora saria + che sufficienti anche per noi padri de fameia etc. .......secondo la Marcegaglia.
El discorso se podessi accender a sto' punto....e infiammarse un pochettin..
mi mi sento offeso.
Hi
by Pet


Bondì a tuti, mi me ga parso che la gabi dito che bisognasi alegerir el contrato coletivo nazionale nazionale del lavoro e che bisognasi "potenziar" le contratazioni de secondo livelo, in parole povere meno presion per i rinovi contratuali de categoria (che speso ghe vol 2-3 anni per rinovarlo) e più contratazion tra dipendente (o meio tra RSU della dita) e dator de lavoro.
Per mi sta roba ga i sui pregi e difeti:
pregio ------> contratazion più snela, più potere ai sindacati locali e/o provinciali, meno a quei nazionali che xe sai magna magna
difeti -----> lo Stato se cava dei freschi e ga meno responsabilità, più potere ai sindacati locali e/o provinciali che ale volte xe pezo de quei nazionali e magna più de lori.....

Mi vado 'vanti per la mia strada e, da inguaribile sognatore, spero sempre nela meritocrazia....

Ciao a tuti
Avanti Nautico!
avatar
Ale75
2° Capo Scelto
2° Capo Scelto

Numero di messaggi : 79
Età : 42
Luogo di residenza : Trieste
Data d'iscrizione : 23.10.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Per Peter

Messaggio Da matteo il Gio Apr 24, 2008 3:37 pm

Ciao Peter, premetto che son lavorator dipendente, come la maggior parte de quei che scrivi su sto forum credo, de sicuro come Alex che me xè sentà dirimpetto ...e forse per questo me trovo abbastanza d'accordo con lui. Xè ovvio che tutti noi, cò sentimo messa in forse la nostra sicurezza economica ne se rizza i cavei in testa (nel mio caso, solo in senso figurato magari), ma bisogna anche dir che i contratti a tempo indeterminato oggi in uso xè garantisti a tal punto da impedir de eliminar anche le mele marce. Mi non voio che nessun perdi el lavor e che no porti el pan a casa ma xè anche giusto dar la possibilità al datore de lavoro de licenziar quei che non produci. Se rendemo conto che i mati che lavorava a Malpensa e che xè stadi beccadi a rubar dentro i bagagli xè stadi riammessi in servizio dopo un periodo de sospension? Par giusto? Quella ditta gaverà avudo el diritto de mandarli a casa? I mati dell'Arsenal de Taranto poderà esser buttadi fora? Gli assenteisti cronici, gli imboscai o i contrari per principio poderà esser messi davanti a una scelta? I sindacati, a volte , doveria aver el bon senso de dir " bisogna protegger chi merita e lassar nelle bratte i altri ". Son dalla tua parte se parlemo de garantir el diritto alla malattia, alla maternità, a forme de part time, garantir la sicurezza sul lavoro, dignità del lavoratore. Son dalla tua parte parlando de stipendio dignitoso e rapportado al costo della vita (che no me par staghi scendendo ultimamente). Se tutte ste robe dovessi esser messe in discussion allora bisognerà veramente infiammarse. Ma ghe dago atto alla Marcegaglia che un mercato competitivo non se pol basar su contratti che per loro stessa natura non riconossi el merito personale come un incentivo nè l'improduttività come motivo de licenziamento.
A dover esser modificadi xè tutti i contratti a tempo determinato, quei xè scandalosi. I doveria servir per facilitar l'ingresso della persona nel mondo del lavoro e dopo invece i diventa un capestro che ghe se sera lentamente alla gola. Mi gò mio fradel (44 anni, non proprio un muletto) che da 8 anni vien licenziado ogni 5 mesi e 20 giorni, se fà 10 giorni casa e dopo vien riassunto, dalla stessa ditta!!! Questo xè scandaloso. Xè scandaloso perchè xè legale ( ma non per questo giusto) e perchè se el se lamenta, i prossimi 5 mesi e 20 giorni poderia esser gli ultimi.
Saluti a tutti.
avatar
matteo
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 133
Luogo di residenza : Trieste
Data d'iscrizione : 24.10.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

stemo andando leggermente 'fuori tema' ma va ben lo stesso,

Messaggio Da Ospite il Gio Apr 24, 2008 11:57 pm

stemo andando leggermente 'fuori tema' ma va ben lo stesso, se referemo + avanti


Cari Ale e Matteo e tutti quei che ne leggi

Gho ‘ssai piazer de intrattenirme con Voi a parlar de meritocrazia, del superamento del concetto del sindacato classico, de come migliorar el proprio lavoro e quindi la propria posizione, se spera anche economica, parlandone direttamente ed esclusivamente con i ‘superiori’ , de esser ligi, onesti, dei doveri e dei diritti, delle critiche che oguno pol moverghe al prossimo se gha sbagliado oppure meno…..e via discorrendo.
No voi entrar nel merito de ogni singolo argomento, a meno che non se mettemo davanti a una biretta; però pago miiii.

Comunque tutto lecito, giusto e sacrosanto; xe valori e ragionamenti comuni a tutte le persone serie e responsabili che ne appartien per educazion, cultura e stile de vita e che cercheremo sempre de trasmetterghe alla muleria.

L’unico pensiero che me sento sinceramente de esternar , xe che a parte i bei principi e le belle parole, le critiche fatte a fin de bene e i buoni propositi, da quando mondo xe mondo, nessun xe perfetto e ognun de noi gha i propri scheletri nascosti nell’armadio.
Non vol esser un discorso moralistico ma cerco de ragionar sempre con il senso del buon padre di famiglia (lo avevo za dito in altra occasion…scuzeme) e questo me permetti de guardar avanti con maggior fiducia, cioè cerco de guardar oltre…….

Per quanto riguarda la situazion dei precari, consiglio de acquistar domani ‘Il Venerdì’ che i lo vendi assieme alla Repubblica, e che tratta giusto per l’appunto della situazion dei precari ecc. e che parla immagino dei discorsi che stemo trattando prprio noialtri in stò Topic.

Ve quoto un tochettin dell’articolo

…………………
È pugliese, trent'anni. Dodici dei quali vissuti in coatta fedeltà al tonno in scatola e all'alimentazione discount: prima da universitario fuori sede a Bologna (tesi su "Metamorfosi dello spazio-tempo nel nouveau roman"), poi da laureato in cerca di lavoro, quindi da studente in giornalismo, ora da giornalista professionista con laurea e al primo contratto. A termine, in un'agenzia stampa: 680 euro netti al mese.
Per l'affitto, in coabitazione, se ne vanno 400. Altri 200 per camparci, biologicamente. "Per lo svago ne restano 80, da suddividere in quattro weekend" dice, accartocciando la parola "svago" in una smorfia beffarda.
………………

Volessi che partecipi anche q'dun altro a sti discorsi.
‘night
by Pet

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

80 €

Messaggio Da Ciacio il Ven Apr 25, 2008 2:23 am

Una maia, un per de calze,due canottiere,tre pacchetti de sigarette da dieci, una scatola de aspirina e sperar de non romper i ociai.


Mah , non sò, mi penso che non tutti pol esser superman, quindi la meritocrazia ,credo che sia un'invenzion dell'ingordo che sfrutta l'imbecillità della gallina ,che se metti in copetizion con le altre galline,zercando de far più ovi delle altre, per due grani de mais in più.
Tutte savendo che el suddetto ingordo, gà la casa piena de panoce !
Allora, le altre galline, sforzerà dei far più ovi ,anche lore. E sforza che te sforza a qualcheduna ghe se romperà el cul. A quel punto l'ingordo, avendo tanti ovi, gaverà anche altre galline, e quelle col cul rotto le manderà in beccheria.
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2321
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

questioni sindacali

Messaggio Da Sandro il Ven Apr 25, 2008 2:40 am

Pet, no te pol ciamar in causa gli altri cussì. Ma te ga visto che ora che xe? D'altro canto o scrivo a sta ora oppur devo rinunciarghe. Oggi iera l'anniversrio del mio matrimonio, go comprado un mazzo de fiori per mia moglie, ghe lo go portado sul lavoro; iero contento poi me ga telefonà la scola de mio fio disendome che la prof vol parlarne (el mulo fa el mona) beh te pol immaginar che contentezza. Semo andadi a cena ma non xe stada una serata particolarmente allegra.
Adesso la consorte dormi.. se ga dimenticado gli ociai sui oci... ogni tanto parti anche un ronchizo... ma la amo ancora e me dispiasi vederla triste. Cussi vegno sul forum, solo ma in compagnia de tanti amici e leggendo qua e la ritorno apensar che la vita ga anche tante cose positive e belle e non solo tristi.
Per quanto riguarda l'argomento non xe tanto fuori tema considerando che anche dal punto de vista sindacale il famigerato 68 ga dado una bela svolta al sistema.
Non voio criticar nessun perchè tutte le cose che xe stade dete xe incriticabili e sacrosantamente vere; non voio neanche far del facile moralismo ma ve posso portar la mia esperienza de lavoratore dipendente "per eccellenza" in quanto postale. Come tutti voi, da quel che go capido, go visto nel corso degli anni passarme avanti gente incompetente grazie ad un sistema meritocratico gestido da gente immeritevole (cosa servi un sistema meritocratico quando chi dovessi sceglier il meritevole xe parziale e corrotto o semplicemente idiota). Meio allora l'anzianità de servizio che dopo 30 anni de lavoro te consentiva de aver qualche promozione o de far un po' de carriera. Vedo ogni giorno probabili assenteisti che fasendo finta de esser maladi sta a casa a farse i c.zzi sui ma non me sento de criticarli perchè non son un medico e perchè rischiassi de metter in crisi el sistema e impediria cussì anche a chi xe vermente malado de star a casa. E poi come pretender de lavorar con impegno, dai dipendenti, se questi ormai dovunque vien trattadi come numeri(per non dir merde) e messi in condizioni de lavoro sempre più critiche.
Non so, veramente xe difficile capir cosa far e cosa saria meio per tutti.
Penso che però mi go trovado un certo equilibrio che me consenti de andar a lavorar non digo felice ma senza patemi de sicuro. La pagnota me la devo guadagnar? in fondo i me paga quindi lavoro. Arrivo, me piego sul computer, alzo la testa 10 minuti per un caffe e poi giù de novo. Ogni tanto arriva un mona che ga fato carriera con gli avvocati, oppure un altro perchè ga la lingua coi pei che ghe piasi sai al direttor, oppure un che non capissi niente ma proprio per questo xe due livelli sora de mi. Poi capita che una mia collega, con le tete grosse, se alza molla tutto e va via un'oretta a farse guardar i meloni sotto la maietta dal capo reparto; poi telefona la malada cronica che anche oggi te lassa nella merda perchè il reparto xe denovo sottoassegno senza de ela. Mi non ghe bado più! So che lavoro, so che me guadagno lo stipendio che i me da. Se gli altri ghe piasi esser cussi lasso che i sia tanto mi, due mani go e comunque che i sia o no, che i fazi o no mi sempre quel lavoro riesso a far. La fine del turno arriva presto e mi me alzo con un sorriso e vado verso casa e se qualchedun se azzarda a fermarme per chiuder un bilancio o finir un lavoro lo rullo. Poi penso che se tutti fasesi questi pensieri o gavesi questo atteggiamento forsi le cose saria più eque e più giuste e noi vivessimo più a lungo.
buona note
avatar
Sandro
1° Maresciallo
1° Maresciallo

Numero di messaggi : 415
Età : 63
Data d'iscrizione : 24.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

ara che ora che te scrivo mii....

Messaggio Da Ospite il Dom Apr 27, 2008 2:42 am

Ciao caro Genio


te scrivo un poco tardi, ma con piazer.
L'importante xe che contuinuemo con piazder insieme tutti quanto in stò viaggio.

ciao
'night
Peter

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Pet , Ciacio, Alex ...e tutti i altri

Messaggio Da matteo il Lun Apr 28, 2008 3:40 pm

Ciao Pet, mi per la biretta no me tiro mai indrio. Sicuramente monterà 1000 problemi all'ultimo momento ma nella mia compagnia nissun xè mai morto de sede, vol dir che alla fine se combina sempre...pò desso che ghe xè una parvenza de bel tempo xè ancora più voia.
Gò letto l'intervento de Ciacio e lo gò trovado veramente bel, no scherzo. Messo in sti termini el "problema" , no posso che darghe ragion. Me rendo conto che el mondo reale xè assai più simile a come lo disegna lui de come lo intendo mi. Però me sembra che ghe sia una vision de fondo veramente da " lotta de classe " , dove tutti i "capi" xè ladri&farabutti e tutti noi solo dei "servi" sfruttadi. Quando, coi colleghi parlemo de aumento no disemo che se lo ciapo mi no te lo ciapi ti , disemo che se fazzo qualcossa in più me merito qualcossa in più. Disemo anche che se el collega tira el cul indrio danneggia anche noi perchè ne tocca lavorar anche per lui e che se nol gà validi motivi forse saria meio cambiar aria. Me rendo conto che, se la compagnia spartissi a fine anno bonus de qualche centinaio de euro, vol dir che i "paroni" ciapa 10, 20, 50 volte tanto ma questo non me riguarda. Digo solo che gò fatto el mio più qualcossetta, el mio più quel dei altri gà generado un surplus e tutti quei che gà partecipà se merita el premio; quei che gà tirado el cul indrio no lo merita, tutto qua. Sui criteri per definir cossa te competi per contratto e cossa xè "el di più" podemo anche discuter ma el principio me piasi cussì.
Per el resto la vedo come Genio: mi el mio lo fazzo cmq, senza pensar a premi, colleghi mone ( quelle con le tette grosse un pensierin, però!) e lecchini, el cartellin lo timbro e vado casa contento.
Ciao a tutti
avatar
matteo
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 133
Luogo di residenza : Trieste
Data d'iscrizione : 24.10.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: 1968 Nautico-Okkupazioni, contestazioni, emancipazioni.

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 4 Precedente  1, 2, 3, 4  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum