Supposte de Sapienza

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Momento di una forza

Messaggio Da Ciacio il Mer Ago 01, 2012 12:38 am





Sì ,… gò capì ..no xè cussì facile imbroiàr un cinghiàl , tantomeno una simia , …….dell’asse no sé parla e còssa ne resta ?

Ma dàii … né resta…… un Fulvio !

El nostro cùgno sarà un complice ideale per far zogàr el cinghiàl e anche la simia , senza romperse le balle con altri quadrumani che pòl fàr solo che casìn !

Se andemo a scartabelàr i appunti de Galileo Galilei ,troveremo disegni de bale che rodola contro le campanelle , de tochi de piera che casca dalla torre de Pisa , due o tre quadretti del suo assistente sotto la doccia , qualche abiùra con firma autenticada per non finìr impiccà o brusà , una tessera del tifoso e finalmente un depliant sui “momenti delle forze “ dove l’eclettico e ambizioso toscàn né spiega el rapporto che esisti tra un momento e l’altro , nel nostro caso tra el cinghiàl pièn da pulisi e la simia cariga de pedoci .

Dal pieghevole poderemo ricostruìr :




A stò punto no servi aver fatto leziòn con qualche ingegnèr del Nautico per capìr che stò ..zzo de zìtolo zòtolo xè influenzà in modo quasi indecoroso dal brazzo !



Adesso , no stèmo a illuderse che faremo svolàr el cinghiàl buttando sull’asse una simia …



..però movendo i brazzi poderèmo fàr dei bèi magheggi !

avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Momento di una forza

Messaggio Da Ciacio il Sab Ago 04, 2012 5:19 pm





Per metter in atto el nostro imbroièz sistememo el cinghial a 4 dal Fulvio ,avendo l’accortezza de puntellàr el travo e la simia stavolta la mettemo sul spigolo dell’altra parte , a 5 dal cugno




Rapidi ed invisibili andemo a sburtàr el Fulvio de 2,5 verso el cinghiàl.



Adesso podemo tiràr via el puntèl senza el pericolo de fàr svolàr la simia




infatti slongando un brazzo e scurtando quell’altro gavemo creà el giusto equilibrio , evitando de perder tempo a zercar la simia e permettendoghe al cinghial de andar finalmente sul zìtolo zòtolo .

Per esser più scientifici :




e anche




per cui el momento de forza della simia diventa uguale a quel del cinghiàl e con el nostro magheggio le due bestiazze poderà zogarse e diventar amici , ……. magari sarà meio non lassarli soli in casa

avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Cartesio

Messaggio Da Ciacio il Dom Ago 12, 2012 5:25 pm

Per andàr avanti con la conoscenza delle definizioni basilari che riguarda un galleggiante gavemo bisogno de assimilàr ancora due o tre robette.
Innanzi tutto andemo a conosser monsieur Renè Descartes che nel nostro modo de dìr pòl esser tradotto con Cartesio.




El francese xè importante per …TRE ragioni .
Prima:
Renè xè el più grande sostenitor del ‘ Metodo ‘,un sistema che parti dal presupposto: «TUTTI VÒL CAZZÀRTELA»

Lui disi che bisogna dubitàr de tutto e de tutti , mastruzzàrghe le balle a chiunque né conti qualcossa fino a quando non semo sicuri che , secondo noi , podessi esser la verità .
Alla fine la ciesa de Roma gà messo all’indice ( non el dedo ) tutte le opere del paranoico francesìn , ma sotto sotto credo che Cartesio iera un fedelissimo de San Tommaso.

Seconda :
In un momento de grande estasi Descartes gà ditto :
« Dubium sapientiae initium » che tradotto in lingua nostra significa « el dubbio xè alla base della sapienza »…e dopo qualche altro bicèr el continuava nel suo delirio con un’affermazion parecchio superba : « Cogito ergo sum » che significa «ׂpenso quindi esisto.»

Fina qua tutto bèn , se non fussi che stò mona andava in giro a dìr che le bestie non pensa e quindi non le senti el dolòr.
Questa xè la prova che uno pòl esser un gran cojon anche se el xè nato in Francia.

Terza :
Nella matematica moderna xè necessario usàr i assi cartesiani .

Orbene , le ascisse e le ordinate le gaveva inventade i babilonesi se non i loro antenati , el nome de Cartesio appari solo perché ( forsi ) el nostro Renè gà inventà la carta millimetrata




Comunque xè doveroso un ringraziamento al defunto filosofo e matematico per averne dà la possibilità de involtizzarse los pelotas con le X e le Y .
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Pitagora

Messaggio Da Ciacio il Lun Ago 13, 2012 12:46 am

Mente eccellente con qualche disturbo verso i vegetali , in particolare le fave .


Anche Pitagora gà trovà i TRE modi per diventar famoso .

Primo :

El grego gà inventà el bicer anti truffa , invenzion sublime per metter in cattura l’osto fraudolento ma purtroppo applicada solo in qualche fontana curando l’interesse dei pessi rossi e occasiòn persa per tutti i beoni




Secondo :

Pitagora gà messo a punto la « Tavola Pitagorica »fazzendo la fortuna de tutti i produttori de quaderni che allegava alla fine delle pagine una carta assorbente con stampada la suddetta tabella , dando un’incredibile stimolo all’invenziòn della ‘Battaglia Navale ‘ passatempo ineludibile per mì e tutti i miei compagni de classe fìn dalle elementari . ( Al tempo non esisteva el pc e iera zà ssài aver le lampadine ).




Terzo :

Trònfio dei successi ottenùi con le prime invenzioni , el mato gà comincià a studiar el triangolo , per esser precisi un triangolo rettangolo.
Dopo mesi de tabelline e biceri anti-frode , Pitagora annuncia el suo teorema :

« El triangolo rettangolo gà due cadetti perpendicolari tra de lori che, in questa insana congiunziòn, i crea un angolo retto che niente gà a che fàr con la biologia e che sé ciàma cussì perché el stà dritto a 90° ,….. per motivi congiunturali , la somma dei due angoli che resta...... sarà per forza de altri 90°.

Se , per sfizio, tiremo una strica tra la zìma del cadetto distirà e quella del cadetto in pìe , gaveremo un’ippopotenusa che sarà calcolabile con una radise quadra della somma dei due cadetti al quadrato»









Naturalmente el modo de esprimerse de Pitagora gà fatto incazzàr tutti i gallonati della marina militàr dell’epoca …..come sé permetteva un stronzo qualunque che sé zòga coi numeri a offender due futuri ufficiài paragonandoli a una bestia brutta e grassa che in Grecia non sé gaveva mai visto ?

Anticipando de parecchi secoli Galileo Galilei , Pitagora gà messo in pratica la menada dell’abiùra , rinnegando anche de esser nato , el nostro grego gà cambià in mezzo minuto i cadetti in cateti e l’ippopotenusa in ipotenusa , sperando cussì de farse perdonàr .

No ..non gà bastà ..!

Un guardiamarina della capitaneria de porto , zà iracondo per natura , vedendo el matematico gà tacà a correrghe drìo , …per ore e ore …fina quando i sé gà trovà davanti a un campo de fave !

Come disemo all’inizio Pitagora odiava la fava e pitòsto de attraversar el campo contaminà dal repellente ortaggio , el gà affrontà el guardiamarina ..fazzendose taiàr tutto , anche la testa.






Ultima modifica di Ciacio il Ven Ago 17, 2012 4:40 pm, modificato 1 volta
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Pì ..el grego .

Messaggio Da Ciacio il Ven Ago 17, 2012 2:08 am

Continuando con le ‘nozioni quasi indispensabili’ , mì dirìa de accennàr a un poca de trigonometria che ricordando
« Legge Del Tre » , la poderà aiutarne a capìr un mùcio de situazioni a prima vista ..non ..solubili !

Dunque , per prima roba andemo a conosser la circonferenza .

La circonferenza xè in pratica un cercio , come quella fetta de narànza che el barman vè metti nell’aperolato e che paghè come se fossi un tòco de oro .




Tiremo fòra de scarsèla el nostro metro portatile e misuremo quanto xè larga la fetta de narànza.



Con precisiòn , podemo dìr che la fetta xè larga 60 millimetri che equivàl a 0,00006 Km o anche a 0,19685 piedi


Tra un sorso e l’altro sé magnemo la polpa della fetta e…. resta solo la scorza .


Rompèmo con un morsigòn la scorza tonda e svoltizzèmola sul tavolin .

Sempre col metro ghè dèmo una misurada …




..constatando che la xè longa




Praticamente , dopo aver fatto la figura dei sonài con tutta la gente che sé beveva l’aperitivo nei tavolini vizìn al nostro , gavemo due dimensioni de stà ..zzo de fetta :
La larghezza della narànza che xè de 0,00006 Km e la lunghezza della scorza che xè de 0,0001884 Km..

Còssa sé né fèmo ?

Noi ..niente .. visto che l’obbiettivo primario iera l’aperolato , ma i sapienti pòl subito trovàr una relazion tra le due misure , non perché no i bevi ma perché i sé ricorda del nostro Archimede !!




Infatti el siculo-grego , gà avù el culo de savèr scriver e quindi appoggiandose a racconti de fantasia e leggende sumere ,babilonesi e anche cinesi , el gà messo nero su bianco la formula per capìr come ..zzo misuràr un cercio !

El gà brevettà un strumento che dall’anno 1995 xè fuorilegge in tutte le scole : el Compasso !!

Non pago della diffusiòn del demoniaco strumento , Archimede definissi per la prima volta e in modo ufficiale l’esistenza del raggio , che non centra un zòca col raggio de sòl o quel che vè guarda i ossi , questo xè un raggio tra due punti ,… picci picci ….ma sempre due punti.

Per chi non lò gà mai visto , mettemo l’immagine de un compasso moderno con l’ago, la matita e la rappresentaziòn del raggio archimedico che, per puro caso ciàmeremo " r "





Adesso tornemo alla ns narànza e magari ….ordinemo un altro aperolato .

Dunque … Archimede dìsi che tra la lunghezza della scorza e quel raggio esisti un rapporto .

Anche se el ièra un testafina , el grego gà dovù inventarse qualcossa , e quindi el vièn fòra col... Diametro !

Niente paura , el diametro xè giusto el doppio del raggio , quel che gavemo misurà còl metro quando i né gà portà el primo aperolato , per cui …...zà savèvimo !

Se dividemo la lunghezza della scorza per el diametro della fetta de narànza , el risultato sarà :


3,14



Ecco , stò numero diventerà famoso come Archimede , i cinesi , Pitagora , Euclide , Eulero e tutta la banda de greghi che zògava coi numeri …..e savè perché ??

Perché stò numero xè sempre uguale , se taiemo una narànza , un limon , un’anguria , un tubo dell'acqua o qualsiasi altro tòndo…. el rapporto tra quella che i saggi definisi circonferenza e quel che vièn ciamà diametro , sarà sempre ....... 3,14.

Stò numero xè tanto celebre che la comunità grega lo gà battezzà col nome de «Pì grego» che nelle terre de Aristotele vien scritto:





avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Seni , coseni e altre stramberìe

Messaggio Da Ciacio il Sab Ago 18, 2012 10:28 am


Come ultima rompidura de scatole , zercheremo de capìr cos’chè xè el seno , el coseno , la tangente e la cotangente , nozionismo inutile per almeno la metà dei argomenti che tratteremo , ma almeno dopo stò mattòn poderemo ciòrse un giusto periodo de riposo.

Per definìr tutta quella roba che gò elencà , gavemo bisogno de un cercio ‘ unitario ‘ ma visto che l’uno non gà niente de tondo , opteria per luna che xè fatta come né servi a noi e podemo decider anche el diametro ….tanto non xè copyright .

Usemo i assi de Cartesio e sulla ns luna disegnemo un triangolo rettangolo , come quel de Pitagora .




Adesso concetremo tutte le nostre risorse sull’angolo Z e aiutandose con i dogmi dei veci greghi zerchemo de capìr qual xè el seno e qual el coseno dell’angolo de Zorro



El seno o sin de Z sarà uguale alla lunghezza del cadetto in pìe e opposto a Zorro diviso la lunghezza dell’ippopotenusa , ma visto che la luna xè unitaria , ippopotenusa xè uguale a 1 …perciò..



…anche el più mona del villaggio sà che un qualsiasi numero diviso per 1 resta uguale e quindi tutta stà spiegaziòn xè stada solo un’inutile perdita de tempo poiché anche i più duri de comprendonio gaverà capì el concetto guardando le figure.

Per el Coseno vàl la stessa menàda , solo che el cadetto sarà quel distirà e adiacente a Zorro.


Passemo alla Tangente e la Cotangente…..


..che sinceramente non so quanto né poderà servìr ..ma ..fatto 30 ..femo anche 31 .

Per calcolar la Tangente seguiremo la formula grega :


…che per la Cotangente diventa ..


..o anche …


Bòn , sé gavemo imbambinì con numeri e formule che probabilmente non né servirà a niente ma la cui conoscenza né distingui da quel mona de cinghiàl che ancora no xè smontà dal zìtolo zòtolo.

Come sempre sèmo bèi , intelligenti e adesso anche…. più dotti !

Quando farà più fresco metteremo in pratica stò marasma de nozioni ma per el momento sé ciòlemo una vacanza cussì poderèmo salàr i sardoni e gòderse un poco le ferie .


avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Solidi e figure piane

Messaggio Da Ciacio il Sab Set 22, 2012 12:09 pm

Esempi


Un bèl esempio de figura piana pòl esser una vignetta tratta da un fumetto de Batman , infatti podemo misurarla con solo due dimensioni : l’altezza e la larghezza



Un patetico esempio de solido xè invezze quel sonà de mio cugìn Alfredo che và in giro vestì de Batman..


..e qua gavemo addirittura quattro dimensioni : l’altezza , la larghezza , l’imbecillità e la lunghezza.

Trascurando l’imbecillità che in questo caso xè assoluta , grazie a Cartesio , podemo rappresentàr le altre dimensioni con i tre assi : X , Y e Z




Un’altra peculiarità de un solido xè la
Quel idiota de mio cugìn pesa 109 kg …che volendo esser più precisi corrispondi a 1069 .


Per cui , alla fine de tutto stò ragionamento , podemo concluder che tra i due Batman ..Alfredo in quanto solido , xè quel più ingombrante .
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

La Densità

Messaggio Da Ciacio il Dom Ott 07, 2012 7:10 pm

Densità



Oggi scopriremo cossa xè la ‘massa volumica’ che in Venezia Giulia xé più conossuda col nome de ‘densità’.
El simbolo della densità xè che no vòl dìr Pi ma Erre come Resia .

Per calcolar la useremo una formula abbastanza semplice che coinvolgi due grandezze a noi zà familiari :

El Volume e la Massa o Peso

...e la formula magica sarà:


Per la nostra prova e per puro caso , gavemo a disposiziòn un tòco de ferro e una melanzana…


…. dèsso n'dèmo a calcolar scientificamente la densità dei due materiài.


Cominceremo còl ferro .
Definìr la ‘massa’ sarà un’operazion semplicissima , se gavemo a disposiziòn una balanza


dopo lo misuremo …


..e troveremo el volume con uno dei dogmi più semplici che sìa stà inventà dai antichi campioni de sudoku …


…a stò punto … usando el giusto magheggio…








Adesso provemo a calcolar la densità della melanzana , el procedimento xè sempre quèl , cambia solo i dogmi per far i conti .


….la massa , sempre con la balanza …


…per ottener el ‘volume’ la storia sé complica un poco , …ma niente de drammatico .
Basterà immaginar el frutto scomposto in più parti ,…cussì con un taiètto de quà…


..e uno de là …gaverèmo due semisfere e un tronco di cono che ciameremo Gina , Aldo e Pina .


..dove :

A = m. 0,052

B = m. 0,062

H = m. 0,17

Comincemo con Pina , la semisfera còl diametro più piccolo.



Calcolèmo el volume con el dogma:


Per el volume de Gina ..xè la stessa menàda , bisogna solo scambiàr “A” con “B” …..






Adesso calcolemo el volume de Aldo ,…stavolta con un altro dogma …






Per cui alla fine della fiera … se mettemo insieme i TRE volumi.....


....troveremo quel della nostra melànza che sarà de 0,00053 metri cubici , sempre che el vostro regolo sìa della stessa marca del mio .


Bèn bòn ..trovà el volume , trovà el peso … adesso basta applicàr la formula magica ..






A cossa gà servì tutto questo ?

Quasi a niente ……però …né dà el modo de fàr i saccenti con l’ortolano che tramàca cassette de melanzane da una vita senza savèr quanto el xè fortunà a no vènder cassette de acqua o pèzo ancora de ferro…..

Naturalmente , el sistema de calcolo vàl anche per i ananas , i funghi e le carote , … cussì poderemo esibìr la nostra cultura tecnica nei supermercati o in qualsiasi rivendita de frutta e verdura.
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Igene

Messaggio Da Ciacio il Sab Ott 20, 2012 1:12 am




Tetano


El tetano xè una malattia che procura un grave disagio alla persona che sé lo porta drìo.
El principale responsabile de tale disagio xè un bacillo .
Un bacillo non xè un bacetto e nanche el maschile de bacinella , el bacillo xè una bestiazza piccolissima e come tutti i pici …la xè pestifera.
Per chi non gà la erre moscia e non parla cinese , un’altra definizion del tetano pòl esser : “batterio”

I batteri ,essendo nani , i xè anche mono-cellulari .
Questo non aiuta alla socializzaziòn , li rendi ancora più astiosi .. per questo no i xè “amici dell’uomo” e se i pòl , i zerca de farghe al ‘sapiens’ tutte le malegrazie possibili.
Per capir come questi micro-nemici né tormenta ,andemo a distinguer le varie tribù :

I più stronzi e anche più diffusi xè i Cocchi , veri trasformisti che impesta el mondo con scherzetti del tipo meningiti , polmoniti e disturbi all’affar cinese.

Dopo xè i Vibrioni , con una forma a virgola , stì fetenti usa el buco nero della vittima per traslarghe l’anima ,….sà qualcossa i napoletani .

I Spirilli gà una forma a verigola , i vivi nella bocca de qualche mammifero e spesso i crea disagio nella zona giochi del corpo umano .

Per ultimi trovemo i Bacilli che con una forma bislunga ..i malvagi sé insinua per tutti i cantoni creando panico e imbarazzo al sempre attento sistema immunitario.

El tetano xè un bacillo … allungato quanto basta per insidiàr el fisico in maniera spropositada.

El xè presente ognidove esisti un mammifero erbivoro , esclusi i vegani e tutti i altri vegetariani de specie umana .

Infatti el sordido batterio sé la pascola nel ventre dei manzi , dei cavài e delle pecore senza darghe nissun fastidio all’ospite che usualmente evàcua nei campi dove l’umano và a fàr el pic nic o el giretto in mountain-bike .

Quando el bacillo xè stufo de star in panza del quadrupede , el sé distacca dai villi intestinali e seguendo la corrente l’esci dal buco del culo e... landing nel prato .



A stò punto basterà spetàr !

Sicuramente riverà qualche ciclista ignaro del pericolo che cascherà sulla placca de damer , procurandose qualche sgrafòn…. che sarà el ‘visto entrare ‘ per l'affusolato batterio.

Zà cascar dalla bicicletta xè umiliante , ferirse xè ancora più deprimente , però farse màl sòra una merda….. diventa drammatico !

Purtroppo , nelle ultime ore xè giunta notizia che una delle Simie xè cascà dalla bicicletta procurandose serie abrasioni proprio in un prà dove usualmente scagàzza cavài lipizzani , mucche bruno-alpine , pecore , qualche capra e due orsi sloveni.

El sciagurato non gaveva mai fatto la vaccinazion antitetanica e adesso el xè in stato de grande ansia e prostraziòn .

Chi stà leggendo sé chiederà cossa pòl centrar una disquisiziòn sul tetano in Supposte de Sapienza.

Ebbene lo scopo delle Supposte xè la divulgaziòn della Scienza in tutte le sue forme , senza grandi pretese ma con la speranza de portàr conforto e cultura in chi sé senti solo e condannà !
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Longhi il Mar Ott 23, 2012 7:20 pm

Me son perso tre pagine fa. Son tropo stupido? Devo preoccuparme?
Devo andar a Lurdes?
avatar
Longhi
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Luogo di residenza : Ultimo lembo d'Istria italiana
Data d'iscrizione : 12.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Fede...

Messaggio Da Ciacio il Mar Ott 23, 2012 11:16 pm

Mah..non sò cossa dirte .

El fatto de perderse non implica gravi conseguenze in quanto , de solito, alla perdita consegui un ritrovamento , meno qualche eccezziòn tipo… le terre perdute o la gioventù .

Avendo terminà bèn o màl el Nautico , le Supposte dovessi esser inutili ai più… almeno fino a dove sèmo rivài .
Infatti fin’dèsso gavemo divulgà notizie che in natura vigniva insegnade nelle seconde e terze classi del Tomaso di Savoia , allo scopo de istruìr i geometri e tutti quei come lori che perdi tempo a leggerne , con una infarinatura de base per dopo affrontàr argomenti ben più incasinanti e molto più nauticensi come le varie forme de stabilità spiegade da qualche mona de Costruttor ,la navigaziòn grazie ai ns tanti Capitani e infine con l’ausilio dei Direttori … la propulsion.


Fàr un pellegrinaggio pòl aiutàr ma credo che tutto dipendi dalla fede , fattòr molto variabile da un soggetto all’altro .
Per esempio , approffittando del “ponte dei morti” con altre due Simie andarèmo a zercar conforto nella steppa del ravennate dove ne spètta el nostro Ferdy per glorificàr l’ultraterreno Burson .


Ammesso de trovarlo , difficilmente el buon Burson porterà ordine e saggezza nelle nostre anziane menti .. tanto meno né renderà più intelligenti , ma come disevo prima …xè tutto una questiòn de fede.

Andàr al Louvre xè sicuramente una bella idea , ma ..a stò punto forsi xè meno costoso cominciar da monte Grisa che fà comunque parte della stessa joint-venture e …...........................se sòn fiori ….

avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Longhi il Sab Ott 27, 2012 8:57 pm

Lourdes, no Louvre, xe due robe diferenti ma sempre dove che i magna rane.
avatar
Longhi
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Luogo di residenza : Ultimo lembo d'Istria italiana
Data d'iscrizione : 12.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

It's the same

Messaggio Da Ciacio il Mer Ott 31, 2012 2:23 am

‘Louvre’ , ‘Lourdes’ ,’I Tre Papagai’ de Piran , ‘Cippo Comici’ ..xè tutti posti che pòl meritàr un pellegrinaggio.

Ma ..MAI in un anno bisestile .

Anzi , in un anno col febbraio longo non stè nanche pensàr de fàr programmi .

La sfiga prospera quando sul calendario appari el 29 del mese monco !

Purtroppo la gita nelle paludi de Ravenna xè saltada a causa de imprevisti sbalzi de salute che gà colpì i familiari de una Simia .

A dìr el vero nella situaziòn sòn coinvolto anche mì visto che proprio grazie alla Signora che in stò momento stà fazzendo i capricci ..gò conossù mia moglie , circa 36 anni fa !
Come se non bastassi anche el suocero della stessa Simia gà pensà bèn de farse un altro infartìn , ma per lui l’ansia xè un poco minore essendo un’elemento de natura gaudente con una forza vitale praticamente inesauribile.

Per cui ..fan’culo i pellegrinaggi e anche i anni bisesti …e auguremose che stò momento de disagio finissi con una bella zèna de Nadàl fatta da Berta con Elio che stappa le fiasche !

Mè dispiasi per Ferdy che doverà restàr solo in mezzo alla steppa con la nave in cantier ..ma tra due settimane el sarà de novo quà con noi per festeggiar la sicura ripresa dei due anziani amici e quasi parenti.


Dopo vecio sòn diventà anche superstizioso …ma diseme voi se non gò ragion !

Allego una foto de Cippo Comici scattada da uno che non gà problemi de vista e che sicuramente non gaveva nissuna intenziòn de fàr el pellegrìn .





avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum