Supposte de Sapienza

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Longhi il Mar Giu 05, 2012 9:19 pm

ECO, ADESSO NO CAPISSO PIU' UN CAZ ... !
Vado a cior el franconia ...
avatar
Longhi
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Luogo di residenza : Ultimo lembo d'Istria italiana
Data d'iscrizione : 12.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Ciacio il Mer Giu 06, 2012 2:35 pm

In effetti xè complicato …te gà ragion.
Credo che a fàr casìn sìa quella .zzo de lettere.
Per anni el povero Rizzardi gà perso tempo zercando de spiegarme cos’che vòl dìr T , B , F , o X , quando nella mia testa B voleva dìr Birretta ed F ..te lasso immaginar ..

Perché T per definir l’altezza ?
De dove vien fora T ?? Forsi da Titano ? O da Torre ?
Cossa xè cussì alto per poder simboleggiar sta dimension ?
E la B come larghezza ??
Questa iero convinto de averla capida al primo colpo , la B sé riferiva a Brenta ! Facile , bastava pensar a un popoci ssai vasto .

Invezze no !! No xè cussì !

Tutta stà roba xè…. inglese !
Questo xè el trucco ! Ma inutile andar in zerca de High o Large , el mondo navale xè bèn più perverso !!
Per vignirghe fora bisogna accettar i dogmi e come i chierici dovemo usar le varie lettere senza rivàr a capìr né el come né el perché.

Xè cussì e stropa !


Ringrazio dell’attenzion e zercherò in futuro de non usar troppe X , se no tanto vàl ..giogar una schedina.


Ps . Non credo che el Franconia fazzi màl ..de mattina.
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Longhi il Mer Giu 06, 2012 10:06 pm

No, mal no fa, ma bisogna darse dele regole.
Te sa, un carigo ale diese de sera fa alegria, un pien ale diese de matina fa passion.
E se le rompi le fa girar.
avatar
Longhi
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Luogo di residenza : Ultimo lembo d'Istria italiana
Data d'iscrizione : 12.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Ciacio il Mer Giu 06, 2012 11:37 pm

Bòn , xè le 10 .35 de sera .

Stamattina non gò rivà a imbriagarme per colpa de un cliente austriaco che mè gà impegnà fina mezzogiorno e dopo gò passà venti minuti in superstrada .

Stasera alle 18 .30 mè sòn fermà all’Approdo per assaggiar un Franconia ..niente , no i lo gaveva , allora gò ripiegà su un bicer de cabernet sauvignon e una tartinetta col speck.
Mancava un quarto alle sette quando gò comprà una bottiglietta dell’introvabile vin al Nappo .
Zenando gò bevù mezzo bicer e dopo gò molà el colpo per andar a guardar Un Posto al Sole.
No , non và , troppo dolze ..domani ghè passo la fiasca a mia suocera .
Xè rivà el momento che anche mì me devo dàr delle regole : mai più Franconia.

Podessimo inventarse un topic sui vini e anche sulle regole.
Anzi proprio sulle regole gò preparà una spiegazion de “ X pendicolare “



avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Perpendicolare

Messaggio Da Ciacio il Mer Giu 06, 2012 11:52 pm



















avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Perpendicolari

Messaggio Da Ciacio il Gio Giu 07, 2012 10:02 pm

Perpendicolare Avanti e Addietro
















avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Istruzioni a p.d.m.

Messaggio Da Ciacio il Ven Giu 08, 2012 12:00 am

Ormai semo più de 170 iscritti e forsi xè el caso de ricordar come sè posta le immagini sul Forum


Bisogna innanzi a tutto connetterse







..dopo bisogna decider se mandar una risposta o crear un novo topic


..el resto xè tutto in discesa








































avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Ciacio il Gio Giu 14, 2012 12:09 am

Lunghezza Fuori Tutto














Ultima modifica di Ciacio il Mar Giu 19, 2012 1:50 am, modificato 2 volte
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Lunghezza = Lenght

Messaggio Da Ciacio il Lun Giu 18, 2012 10:27 pm

Lunghezza in



































avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tonnellata di Stazza

Messaggio Da Ciacio il Lun Giu 18, 2012 11:44 pm

Tonnellata di stazza



















avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Stazza Lorda

Messaggio Da Ciacio il Mar Giu 19, 2012 12:26 am

Stazza Lorda










avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Stazza Netta

Messaggio Da Ciacio il Mar Giu 19, 2012 1:02 am

Stazza Netta


















































avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Tempo

Messaggio Da Ciacio il Dom Lug 08, 2012 11:46 pm

Tempo



El tempo xè una dimensiòn che qualche volta pòl esser fastidiosa ma che comunque bisogna prender in considerazion.
Allora , per misurar el tempo podessimo fàr i perfettini e cominciar a parlar delle Ere… che né portassi indrìo de qualche miliardo de anni e che a noi non né interessa granchè .
Per esser piu sintetici e anche più pratici cominceremo a misurar el Tempo con i Anni.




Dunque , quando non gaverè più posto dove scriver sull’agenda e sarè costretti a comprar o farve regalar un’altra , volerà dìr che xè trascorso un anno.

Per i più pignoli xè doveroso segnalàr che ogni quattro anni.. uno vien fora con 366 giorni ma tutti sa che’l porta sfiga e comunque l’agenda lo metti in conto … cussì soprassedemo.

Saltemo la definizion de Mesi e delle Settimane che non né interessa più de tanto e finalmente arrivemo al Giorno .
Per misurar el Giorno useremo un strumento che funziona con le suste o con le batterie ma per quanto el possi esser moderno el lavorerà sempre a metà…l’orologio !



Infatti quando xè stà deciso de divider el Giorno in 24 Ore , in Svizzera i sé gà lamentà che sul quadrante del marchingegno no iera posto per 24 numeri e i gà messo solo dodici cussì se uno vivi in grotta sa benissimo che ora che xè ma non saverà mai se xè de giorno o de notte.
Cossa che sé né fà dell’orologio uno che vivi in grotta ..non lo sò , però i svizzeri mè xè antipatici lo stesso.




Gavemo zà ditto che el Giorno xè diviso in 24 Ore e per savèr quando xè passada un’ora basterà seguir la lancetta più curta dell’orologio.
Ecco un esempio partindo da mezzanotte o mezzogiorno ..( che ghè vegni un colpo al svizzero ...)


.. e dopo un'ora ...




Per complicarse un poco la vita , i ns antenati gà suddiviso anche le Ore .
Senza mai tignir conto del sistema decimale che sarìa stà molto più semplice ed intuitivo , i complicati antichi gà deciso de suddivider l’Ora in 60 Minuti Primi che a loro volta sarà suddivisi in Minuti Secondi.
Anche sulla definizion de Primi e Secondi sarìa de opinàr parecchio visto che i Secondi xè decisamente più veloci dei Primi , ma ormai fatta la xè .

Dunque , per misurar i Minuti primi guarderemo la lancetta più longa dell’orologio , nell’esempio qua sotto vedemo che pòl esser mezzogiorno e un minuto … quindi ora de preparar el pranzo o anche mezzanotte e un minuto .. quindi ora de seràrse in casa al riparo dei vampiri .





Tutta stà spiegaziòn sul Tempo pòl sembrar noiosa e inutile , infatti lo xè !
L’obbiettivo de stò preambolo iera de portar a conoscenza de tutti el “Minuto Secondo” , unità de misura che tornerà a tormentarne in futuro e che bisogna per forza tignìr da conto.
Per misurar el Minuto Secondo doveremo guardar la terza lancetta dell’orologio , quella fina fina e spesso de un altro color .
Nel mio orologio la xè blu





No stè guardarla troppo sinò và a finìr che vè gira la testa .
Un altro sistema per misurar el Minuto Secondo xè contar ad alta voce :
Mille e uno , mille e due , mille e tre …
Xè un modo empirico che attirerà l’attenzion dei passanti e se gàvè un poca de balbuzie… non funziona.
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Longhi il Mar Lug 10, 2012 6:17 pm

Me dispiasi, no te piasi vin amabile. Questa xe una dele robe che consenti ai osti, ai contadini e ai dotori de mantignirse. Ore e ore perse a ciacolar bevendo vin che una volta te piasi a ti e una volta me piasi a mi.
La base della dialettica, el vero confronto democratico!
avatar
Longhi
Capo di 3° Classe
Capo di 3° Classe

Numero di messaggi : 118
Età : 55
Luogo di residenza : Ultimo lembo d'Istria italiana
Data d'iscrizione : 12.12.07

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Auguri

Messaggio Da Ciacio il Gio Lug 12, 2012 1:58 pm

Innanzi a tutto auguri per i 50 anni .
De solito el cinquantesimo compleanno và festeggià alla grande e credo che sarà cussì anche per tì.
Stasera , dopo aver posteggià la macchina ,brinderò alla tua salute con un Franconia e magari subito dopo con un Cabernet cussì saremo contenti tutti , anche i osti ,i dottori e i mezzadri .
Che sìa un'ottima giornata e benvenuto nel clan dei " oltra mezzo secolo "

Br1
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Pomi

Messaggio Da Ciacio il Gio Lug 12, 2012 2:24 pm

Tutti savemo che el pomo xè un frutto importantissimo per la storia dell’Umanità .
Per non diventar prolisso e sicuramente noioso userò la legge del TRE , inculcada nella mia povera mente dal prof. Vincenzo e che anche stavolta pòl aiutar a snellìr el discorso.

Dunque i pomi più importanti xè 3 !

El primo xè el pomo d’Adamo ,




che in verità lo gà rubà Eva e che tante disgrazie gà portà a tutti i successori dei due sporcaccioni , a cominciàr da quel insempià de Abele e finir con noi e i ns discendenti.

El secondo pomo importante xè quel de Guglielmo Tell.




Guglielmo iera un svizzero ..e zà quà bastàssi …el iera alcolizzà e anche ragazzo padre.
Per sbarcar el lunario , el svizzero girava per i paesi svizzeri esibindose come lanciatore de coltelli svizzeri , ma essendo alcolizzà nol gaveva el permesso de usàr armi da taglio e allora el doperava un arco e una freccia ..come un indian , solo che el iera svizzero .
Convinto che el fìo non fossi suo , Guglielmo Tell sé gaveva inventà un numero de grande attraziòn , el ghè metteva un pomo sulla testa del presunto erede e per pochi soldi el tentava de centrar el frutto , con el segreto desiderio de eliminar el fastidioso pargolo.
Un poco a causa dell’alcool , un poco per la mancanza de diottrie el povero Guglielmo infilzava sempre el pomo e mai el testòn dell’impiastro .
Cussì el xè diventà un eroe , svizzero , frustrà ..ma sempre eroe .


El terzo pomo xè quel de Isacco Newton ,





un paraculo inglese che invezze de andàr a lavorar el girava a svodo per i campi trastullandose con i fumetti de Aristotele , Galileo , Keplero e altri fantasisti dell’epoca.
Isacco per legger non usava i soliti ociai bensì una lente prismatica che ghè fazzeva vèder le pagine a colori .. zà quella volta e ….. parlemo del 1700 !

Un giorno , un pomo ghè xè cascà su quella zucca svoda e Newton sé gà inventà tutta una storia sull’attrazion dei corpi e sulla legge che decidi i giorni de gesso che uno devi fàrse a seconda dell’altezza da cui el casca .
Essendo anche un perfettìn , el gà volù battezzar stà scoperta con el nome de “Legge Universale de Gravità” che niente gà cossa fàr con la crisi economica in corso ma che stabilissi una velocità de caduta a circa 9,8 metri al secondo quadrato.
Tutto xè dovù alla forza de gravità del centro della Terra che però non xè perfettamente sferica, per cui se uno casca dal terzo pian al Polo Nord , sé fa più màl de uno che svola zò dal terzo pian all’Equatore.
Colpa del pomo e del conseguente tiro in testa , Isacco gà anche messo insieme tre leggi che ancora adesso và de moda sotto el nome dei ‘ tre principi fondamentali della dinamica’ .
Come vedè anche lui usava el sistema de Nicoli , ..xè poco de fàr ..Tre ….xè el numero perfetto !

Tutta stà pappardella sui pomi , nè tornerà utile quando parleremo della Forza.


avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Massa

Messaggio Da Ciacio il Dom Lug 15, 2012 9:18 pm

Massa




Sèmo ancora molto statici , gavemo riesumà Newton , Galileo e anche Keplero , gavemo stuzzìgà Aristotele e scomodà Copernico però ….sèmo ancora molto statici.
Per andàr avanti con stà sequenza infinita de supposte dovemo famigliarizàr con altre dimensioni.

Fìna dèsso iera tutto bastanza semplice , la Lunghezza la misuravimo col metro , cussì anche l’Altezza e la Larghezza .

Per le Aree e i Volumi bastava aggiunger una Quadrato o un Cubo.

I Angoli gavèmo visto che và misurai in Gradi e doprerèmo el termometro o anche qualche altro strumento , per esempio un goniometro .

Per el Tempo con un poca de commiseraziòn per i svizzeri sé semo imparài a dopràr l’Orologio e quindi… anche quà non xè problemi .

Quel che bisogna metter a fogo xè el concetto de Peso.

Tutti i signori che gò cità all’inizio de stà supposta ; Newton , Galileo ecc. ecc. gà vù la malsana idea de inventarse el “vuoto” , dando vita alla Fisica Moderna , alla Dinamica e dandoghe anche corda a un mezzo matto mustaciòn e coi cavèi impirài che né porterà a diventàr mona con delle formule matematiche quasi illeggibili .

Considerando che nella nostra vita terrena , gavemo una possibilità su 2 miliardi de conosser el “vuoto” , sarìa più che logico mandar a far in culo i antichi scienziati e continuàr a viver con i pìe per terra …ma …ormai bisogna adeguarse ai eventi e accettar l’esistenza de stì sonài.

Galileo Galilei iera zà famoso per averghe dà el nome a una nave che gà ospità come allievo el Ns. Com. Ferdy , ma al toscàn non ghè bastava !!



El voleva strafàr e rampigandose sulla torre de Pisa el smacàva zò tutto quel che el gavèva per màn !
Buttando piombo , ferro , piume e chissà cossa altro el gà deciso che l’aria sè metti de mezzo e che se el mollassi una piuma e una balla de ferro zò de quella costruzion (con fondamenta da denuncia penale) ,aspirando tutta l’aria che stà là intorno e creando quindi el “Vuoto”, sìa la balla che la piuma toccassi terra nel stesso momento e in più …el gavessi fatto la felicità dei Livornesi sofigando tutti i Pisani.
Per fortuna dei paesani , l’alterà non disponeva ancora de una vacuum pump abbastanza potente.

Un poco scoltando Galileo e un poco per i ..zzi sùi ….. Isacco Newton gà elaborà el pensiero e guardando quel mona de pomo gà deciso che in presenza dell’aria el frutto vien attratto dal suolo con una forza che xè pari al suo peso più la forza de gravità stimabile secondo lui in ~ 9,8 m/ sec²
Per cui la massa del pomo , sarà calcolabile con la formula:





Non stèmo a parlar adesso de accelerazioni perché non xè el momento e nanche la vòia.

In sintesi , la massa del pomo in tutto stò nostro mondo coincidi col peso , sempre che el pomo stìa fermo.

E non xè de dimenticar che la massa và misurada in Newton , ma noi continueremo a parlar de Kili e Tonnellate , alla faccia dei rompiballe.

avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Forza

Messaggio Da Ciacio il Lun Lug 16, 2012 11:51 pm



Forza peso


Dovemo sempre riferirse a Galileo Galilei e a Isacco Newton anche se i xè noiosi.


Andemo in botteghin e zerchemo qualcossa che pesi un kilo .

El sordido ortolano né proponi una zivola .

Femo finta de osservarla e pena che el mato sé gira filemo come refoli senza pagarlo e ghè telefonemo ai N.A.S. denunciando el venditor per spaccio de ortaggi OGM.

Mettemo la zivola sulla balanza e leggemo sul display che l’ortaggio pesa 1000 gr quindi





Ricordando che la massa xè uguale al peso x la forza de gravità (che podessimo ciamàr anche “ G “ )e ricordando che la causa de stò casìn xè quel paraculo de inglese , vederemo che la zivola , per quanto mostruosa:





Adesso mettemo la zivola sulla tavola , serando el gatto in un’altra stanza , chiudendo la finestra che non giri l’aria e lassemola là senza che nissun la tocchi .
Poderemo dir che stà .zzo de zivola esercita sulla tola una forza de 9,8 newtons che al cambio nostro equivàl a 1 kg .

Con stò stupido esperimento , gavemo mandà in disgrazia quel stronzon de botteghèr e ghè daremo ragiòn all’ambizioso toscàn e al suo socio inglese quando vien scritta la prima parte del 1° principio fondamentale della dinamica che praticamente disi:


“ Se té tièn le màn a posto , non succedi niente “
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Forza - Acceleraziòn

Messaggio Da Ciacio il Ven Lug 20, 2012 11:56 pm




Acceleraziòn


Adesso mettemo via quella .zzo de zivola , netèmo la tavola e gustemose un bicer de vin.
Pozemo el bicer e anche lui starà fermo come la zivola , immobile a causa del 1 principio de Galileo & Newton , l’unico sforzo lo subisi la tavola … che , dopo due bei sorsi sé riduci a circa 0,3 kili o se volemo a 2,94 N (newton ..no Nord)



Volendo esser pignoli podemo dìr che el bicer mezzo pièn sé trova in un stato de inerzia e là el resterà fina che non decideremo de finirlo , sempre che ….el gatto non fìli in cusina !
Se succedi questo , sicuramente la carcassa pulciosa zercherà de ribaltàr el bicer zò della tola e lo farà quando noi saremo momentaneamente distratti .....




El perfido felino salterà con le zàtte sul bicer imprimendoghe al vin un’accelerazion che vinzerà la forza d’inerzia … fanculizzando el nostro ristoro.
Ad aiutarlo nella malsana impresa xè sempre quel cazzaballe de Newton , stavolta con el secondo principio della dinamica




che praticamente disi :

MAI LASSAR EL BICER SULLA TOLA SE EL GATTO XE’ IN CUSINA !


Se la bestia pesa sei kili podemo calcolàr l’acceleraziòn che la zatta imprimi al bicer …basterà ribaltàr la formula



..e se alla fine gavemo fatto bèn i conti , vederemo sfrecciàr el nostro calice a 72 km/h ...



...verso l'inevitabile disastro !



avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Forza - Rememberi

Messaggio Da Ciacio il Sab Lug 21, 2012 1:56 pm



Prima de ciòr i giusti provvedimenti nei confronti del gatto , sarà d’uopo ricordarse alcune delle voci che né permetti de calcolar i effetti della dinamica e quindi vendicarse …. in modo scientifico.

Tempo




Spazio




Acceleraziòn




Gravità




Velocità




avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Forza - Accelerazion de gravità

Messaggio Da Ciacio il Sab Lug 21, 2012 6:06 pm




Bèn bòn , fina desso me pàr che sia tutto bastanza ciàro quindi podemo dedicarse al terzo principio fondamentale della dinamica , quel stesso che né permetterà de vendicar la misera fine del nostro vin.

L’inglese diseva che ad ogni aziòn corrispondi una reaziòn uguale e contraria .

Podemo tranquillamente interpretàr el pensiero de Newton come :

Chi la fà ..l'aspetti !


Per cominciàr ficchemo quel demonio de gatto in un sacco .

Se el calice pesava 0,3 kg e xè svolà dalla tavola per 0,6 m , in proporzion el gatto che pesa 6 Kg dovessimo buttarlo zò da 12 m , ma per esser sicuri e visto che la bestia devi impararse a no romper i biceri , lo porteremo sul Faro della Vittoria fina sù in zima , là della coffa che sé trova a 51 metri de altezza , mettemo el sacco fora della balaustra e lo mollemo .


Newton afferma che la forza de gravità attrai un gatto nel sacco con un’accelerazion costante e per questo bisogna ragionar in secondi al quadrato .
Sempre rovistando tra le sue carte , trovemo che el spazio percorso da un sacco con dentro un gatto ,sottoposto a una acceleraziòn costante , xè pari a 1 /2 dell’acceleraziòn per el tempo al quadrato.

Ditto cussì pol sembrar complicato ..provemo con le figure :




Ma noi savemo che…


..e che...



Basta ribaltàr la formula e saveremo quanto tempo impiegherà el micio per rivàr in terra





..e per esser proprio curiosi ..






Dunque se gàvemo fatto i conti giusti , el gatto nel sacco toccherà l’asfalto dopo 3,2 secondi e ad una velocità de 113 km/h.

Don’t worry for the cat !

Primo : El gatto casca sempre in piedi.

Secondo : Se nol casca in piedi el gà comunque sette vite

Terzo : Se el gà visto che sé stài voi a ficcarlo nel sacco xè meio farlo liberar da qualchidùn altro ed evitar de tornar a casa fìn che non ghè xè passà el fùter.


avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Terzo principio della dinamica

Messaggio Da Ciacio il Ven Lug 27, 2012 9:28 pm



Fina desso gavemo capì che la forza vien espressa in kili o in newton , dipendi da come che né gira,



savemo anche quella storia del dente per dente ….ma sì , quella che per ogni azion corrispondi una reaziòn uguale e contraria .

Visto che non sèmo geometri e che con un poca de volontà sèmo in grado de fàr risorger el nostro ‘genio nauticense’ , podemo tranquillamente affermàr che non esisti una forza ma bensì una coppia de forze ..sempre e comunque !

Esempio :

Ciòlemo un smile , quelle facce tonde che ridi sempre e demoghe una bona martellada in mezzo
al testòn .


Alla forza con cui colpiremo l’idiota sè opporrà el suo cranio , quindi ad una azion sacrosanta corrispondi una reazion difensiva e..... quando tutto xè finì , la nostra unica soddisfaziòn sarà che el mona non ridi più .

avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Momento di una forza

Messaggio Da Ciacio il Sab Lug 28, 2012 1:41 pm





Mettemo subito in ciaro che el momento de una forza , non gà niente a cossa fàr con el solito “momento magico” o “spèta un momento” , …..quel de una forza no centra col tempo .
Non sò perché i lo gà ciamà cussì ma oramai …fatta la xè.
Per calcolar el momento de una forza gavemo bisogno de un brazzo , e naturalmente de una forza che pòl esser benissimo una massa

Quindi la relaziòn sarà :


Per darghe un senso logico a tutto questo , sarà meio cominciàr con dei esempi pratici , sicuramente più assimilabili de complicati discorsi.
Gaveremo bisogno de una tavola bastanza longa , de un punto dove fàr sforzo che ciameremo Fulcro o se volè anche Fulvio tanto el risultato non cambia , dopo andemo in qualche giardin zoologico a ciòr le “masse” per i nostri esempi e procurandose anche una balanza e un metro disponeremo de tutto el material che né servi , …..quèi più svèi gaverà zà capì che stemo mettendo insieme un zìtolo zòtolo.




..e adesso lo misuremo ....




....scoprindo che....


avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Momento di una forza

Messaggio Da Ciacio il Sab Lug 28, 2012 6:50 pm




Come funziona el zìtolo zòtolo

Innanzi tutto non bisogna esageràr con i pesi sinò finiremo col romper el zogatolo.




Con qualche esempio sarà piu semlice , e ricordemose che la massa esercita la sua forza de gravità attraverso el baricentro per cui le lunghezze sarà sempre relative al nostro ovo equilibrista.

Allora mettemo una simia sull’asse a 4 metri dal Fulvio.





Se adesso dell’altra parte , sempre a 4 metri dal Fulvio buttemo un cinghial de 100 kili …





… dopo bisognerà andàr in zerca della simia … perché ?

avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Momento di una forza

Messaggio Da Ciacio il Mar Lug 31, 2012 12:01 am





La simia xè svolàda vìa per colpa de un momento de forza !
Se fèmo dò conti con le nostre formule e ragionemo a momenti … scopriremo che …





………….e che





Adesso basterà far una semplice sottraziòn …





..per savèr che la simia gà ricevù nel deretano una forza de 320 kgm , sufficenti a farla ulteriormente incazzàr ….…....come se non bastassi la sua indole turbolenta!


Per sistemar le robe e permetterghe al nostro cinghiàl de andar sul zìtolo zòtolo gavemo come sempre 3 soluzioni , la prima xè quella de metter sull’asse altre quattro simie …





.....ma dopo aver bazzilà tutta la mattina per recuperàr una , no credo sia el caso de insìster con una banda de cinque quadrumani che stando insieme ......le sarà anche imborezzàde!

La seconda soluziòn sarìa de molàr el cinghiàl in Carso, magari el trova i amici e sé dimentica del zìtolo zòtolo ,…. ma cussì perdemo la gnoccada.

La terza , quella più affascinante , xè …..imbroiàr !
avatar
Ciacio
Moderatore
Moderatore

Numero di messaggi : 2320
Età : 61
Luogo di residenza : trieste
Data d'iscrizione : 01.03.08

Vedi il profilo dell'utente

Tornare in alto Andare in basso

Re: Supposte de Sapienza

Messaggio Da Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 3 Precedente  1, 2, 3  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum